Salta al contenuto principale

Marinucci Palermo carica il Matera
"Tentiamo la scalata al secondo posto"

Basilicata

Tempo di lettura: 
2 minuti 1 secondo

SARA' squalificato contro la Puteolana il capitano del Matera Giorgio Marinucci Palermo. «Purtroppo nel calcio queste sono cose che succedono. C’è tanta qualità in quel ruolo, quindi non c’è nessun tipo di emergenza - ha dichiarato - è sempre brutto rimanere fuori, soprattutto per un giallo subito ingiustamente. Però, vedo il lato positivo, posso recuperare le giuste energie in vista del rush finale e degli imminenti play off».  Da quando Chiricallo è arrivato in panchina, il Matera sembra aver messo il turbo. La squadra biancazzurra ha collezionato tre vittoria e un pareggio, con ottimi progressi nel gioco e nella condizione atletica. E proprio Marinucci Palermo che conosce bene il tecnico barese svela il segreto di questo cambio di rotta: «Stiamo facendo bene, penso che i risultati e le prestazioni confermino tutto questo. Il mister, dal suo arrivo si è messo a disposizione, mettendo sul campo tutta la sua esperienza. La stessa cosa l’abbiamo fatta noi giocatori, seguendo i suoi allenamenti e lavorando tanto. Chiricallo ha dato lo scossone in un momento delicato e sono convinto che abbiamo intrapreso la strada giusta. Però, dobbiamo continuare a lavorare per poter fare sempre meglio». Il Matera adesso vede il secondo posto che dista solo tre lunghezze e inizia a crederci: «Mancano cinque partite alla fine, magari se ci viene tolta la penalizzazione e se il Gladiator continuerà a perdere punti possiamo provare il sorpasso, visto che ci sono ancora quindici punti a disposizione. Noi, comunque proveremo a vincerle tutte». I progressi aumentano sempre più, sia a livello fisico che tattico.  «È stata una crescita graduale - afferma Marinucci Palermo - ma stiamo ancora lavorando con l’aiuto del mister e dei preparatori atletici che al loro arrivo hanno stilato un programma per poter migliorare. I progressi sono anche tattici, visto che stiamo lavorando sul 4-3-3 e il 4-2-3-1, ora riusciamo a cambiare modulo anche nel corso della stessa partita. Ma è ancora presto per il punto d’arrivo, dobbiamo lavorare ancora molto». In chiusura un appello ai tifosi per avere il sostegno giusto nei play off: «Spero che saremo noi a fargli ritrovare l’entusiasmo che serve in questi casi. Loro ci stanno dando la giusta mano e spero che ai play off possano ritornare i cinquemila di inizio stagione».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?