X
<
>

Condividi:

 

POTENZA 0
NARDO’ 3
POTENZA (3-5-2) Della Luna 5,5; Vaccaro 6 (8’st Savoia 6), Schettino 5,5, De Feo 5,5; Guarnera 5,5 (24’st Tancredi sv), Lancellotti 5,5, Limatola 5,5, Marra 5,5, Cataruozzolo 6; Cibele 5,5, Grieco 5,5 (16’st Ambrosino 5,5). A disp. Scaldaferri, Trerotola, De Bonis, Restaino. All. Passarella
NARDO’ (4-4-2) Mirarco 6; Montenegro 6,5 (39’st Bagnoli sv), Febbraro 7, Taurino 6,5, Vetrugno 6; De Luca 6,5, Marzocchi 6,5, Di Fino 6,5 (27’Rescio sv), Pasca 6; Corvino 7 (43’ Abrescia), Rizzi 6. A disp. Piccolo, Lomasto, Antico, Lanotte. All. Sgobba
ARBITRO Iorio di Torre Annunziata (Battiniello – Sartore)
RETI 4’pt Corvino, 11’pt Febbraro, 38’st De Luca
NOTE ammoniti: Della Luna, Limatola. Angoli: 4-6. Recupero: 2’pt, 3’st
L’undicesima sconfitta di fila del Potenza matura senza colpo ferire in meno di un quarto d’ora. Tanto basta al Nardò per cogliere tre punti fondamentali nella corsa alla salvezza diretta e per far congedare i rossoblu dal proprio pubblico con l’undicesima sconfitta consecutiva. Numeri da brivido. La festa dei neretini è accompagnata dai tamburi e dal sostegno costante dei circa duecento tifosi giunti in Basilicata che almeno hanno dato colore a un Viviani desolatamente vuoto. Solo nel secondo tempo il Potenza abbozza una reazione (due reti annullate per fuorigioco) comunque non sufficiente a raddrizzare le sorti di una gara compromessa troppo presto. Lo 0-3 di De Luca spegne anche gli orgogliosi tentativi di reazione della squadra di casa, travolta da un gap di stimoli non colmabile al cospetto di avversari arrivati a giocarsi una stagione negli ultimi 180’. Dopo appena 4’ il Nardò è già avanti: lancio profondo di De Luca per Corvino, il portiere Della Luna esce all’avventura fuori area facendosi aggirare dal numero dieci granata freddissimo ad appoggiare in porta. Il raddoppio è questione di un attimo: rimessa in zona d’attacco e ancora Corvino prova il tiro da sinistra (9’), sulla traiettoria si trova Febbraro la cui deviazione (in sospetto fuorigioco) beffa Della Luna, questa volta incolpevole. Doppia pugnalata per il Potenza e ritmi che si abbassano bruscamente. Una percussione centrale di Cataruozzolo con tiro a lato e una deviazione aerea non riuscita di Montenegro per i salentini rappresentano gli unici sussulti degni di nota prima dell’intervallo. A inizio ripresa il Potenza dà qualche segnale di vita. I rossoblu si fanno vedere con il colpo di testa di Vaccaro sugli sviluppi di un angolo, ma sulla linea è Marzocchi a salvare la porta ospite. All’11’ è Grieco a calciare bene dal limite dell’area, palla sul palo che Cibele ribadisce in porta ma con la bandierina del guardalinee già alzata. Passarella sposta Cataruozzolo in attacco inserendo Ambrosino al posto di Grieco. Proprio Cataruozzolo si vede annullare anche lui un gol al 27’ per offside, quando colpisce di testa su assist di Schettino a ridosso dell’area piccola. Il duello tra Corvino e Della Luna prosegue dopo la mezz’ora (34’), quando prima su punizione e poi in soluzione acrobatica il numero dieci neretino costringe il portiere di casa a una doppia deviazione sulla traversa. Ma il Nardò, dopo essersi cullato sugli allori, decide di chiudere i conti e lo fa con lo 0-3 di De Luca, servito rasoterra dalla percussione di Montenegro sulla destra. Il poker se lo mangia Rizzi, a tu per tu con Della Luna, calciando sulla base esterna del palo dopo aver beffato la difesa in linea. Il commiato dei ragazzi di Passarella dal pubblico di casa è il più mesto possibile, con le uniche speranze di rivedere il Potenza nei campionati nazionali appese a un ripescaggio che dipende però dalla partita più importante: quella societaria.

POTENZA 0
NARDO’ 3

POTENZA (3-5-2) Della Luna 5,5; Vaccaro 6 (8’st Savoia 6), Schettino 5,5, De Feo 5,5; Guarnera 5,5 (24’st Tancredi sv), Lancellotti 5,5, Limatola 5,5, Marra 5,5, Cataruozzolo 6; Cibele 5,5, Grieco 5,5 (16’st Ambrosino 5,5). A disp. Scaldaferri, Trerotola, De Bonis, Restaino. All. Passarella
NARDO’ (4-4-2) Mirarco 6; Montenegro 6,5 (39’st Bagnoli sv), Febbraro 7, Taurino 6,5, Vetrugno 6; De Luca 6,5, Marzocchi 6,5, Di Fino 6,5 (27’Rescio sv), Pasca 6; Corvino 7 (43’ Abrescia), Rizzi 6. A disp. Piccolo, Lomasto, Antico, Lanotte. All. Sgobba
ARBITRO Iorio di Torre Annunziata (Battiniello – Sartore)
RETI 4’pt Corvino, 11’pt Febbraro, 38’st De Luca
NOTE ammoniti: Della Luna, Limatola. Angoli: 4-6. Recupero: 2’pt, 3’st

L’undicesima sconfitta di fila del Potenza matura senza colpo ferire in meno di un quarto d’ora. Tanto basta al Nardò per cogliere tre punti fondamentali nella corsa alla salvezza diretta e per far congedare i rossoblu dal proprio pubblico.  La festa dei neretini è accompagnata dai tamburi e dal sostegno costante dei circa duecento tifosi giunti in Basilicata che almeno hanno dato colore a un Viviani desolatamente vuoto. Solo nel secondo tempo il Potenza abbozza una reazione (due reti annullate per fuorigioco) comunque non sufficiente a raddrizzare le sorti di una gara compromessa troppo presto. Lo 0-3 di De Luca spegne anche gli orgogliosi tentativi della squadra di casa, travolta da un gap di stimoli non colmabile al cospetto di avversari arrivati a giocarsi una stagione negli ultimi 180’. Dopo appena 4’ il Nardò è già avanti: lancio profondo di De Luca per Corvino, il portiere Della Luna esce all’avventura fuori area facendosi aggirare dal numero dieci granata. Il raddoppio è questione di un attimo: rimessa in zona d’attacco e ancora Corvino prova il tiro da sinistra (9’), sulla traiettoria si trova Febbraro la cui deviazione (in sospetto fuorigioco) beffa Della Luna, questa volta incolpevole. Doppia pugnalata per il Potenza e ritmi che si abbassano bruscamente. Una percussione centrale di Cataruozzolo con tiro a lato e una deviazione aerea di Montenegro per i salentini rappresentano gli unici sussulti degni di nota prima dell’intervallo. A inizio ripresa il Potenza dà qualche segnale di vita. I rossoblu si fanno vedere con il colpo di testa di Vaccaro da calcio d’angolo, ma sulla linea è Marzocchi a salvare la porta ospite. All’11’ Grieco calcia bene dal limite dell’area, palla sul palo che Cibele ribadisce in porta ma con la bandierina del guardalinee già alzata. Passarella sposta Cataruozzolo in attacco inserendo Ambrosino al posto di Grieco. Proprio Cataruozzolo si vede annullare anche lui un gol per offside, quando colpisce di testa su assist di Schettino a ridosso dell’area piccola. Il duello tra Corvino e Della Luna prosegue dopo la mezz’ora, quando prima su punizione e poi in soluzione acrobatica il numero dieci neretino costringe il portiere di casa a una doppia deviazione sulla traversa. Ma il Nardò, dopo essersi cullato sugli allori, decide di chiudere i conti e lo fa con lo 0-3 di De Luca, servito rasoterra dalla percussione di Montenegro sulla destra. Il poker se lo mangia Rizzi, a tu per tu con Della Luna, calciando sulla base esterna del palo dopo aver beffato la linea difensiva. Il commiato dei ragazzi di Passarella dal pubblico di casa è il più mesto possibile, con le uniche speranze di rivedere il Potenza nei campionati nazionali appese a un ripescaggio che dipende però dalla partita più importante: quella societaria.
Twitter @pietroscogna

 

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA