Salta al contenuto principale

La Puntotel Sala Consilina
potrebbe giocare a Potenza

Basilicata

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
3 minuti 56 secondi
ESISTE una possibilità di vedere il volley femminile di A2 nella prossima stagione al palaPergola. La Polisportiva Antares Sala Consilina (sponsorizzata Puntotel) potrebbe infatti non vedersi rinnovata la deroga che nelle ultime due stagioni le ha consentito di disputare le gare interne  al palaPozzillo. La dirigenza della società biancorossa in vista del prossimo campionato ha dovuto predisporre un "piano B" nel caso la Federazione non autorizzi ancora l'utilizzo del palazzetto di Sala. "Siamo fiduciosi di poter giocare  di fronte al nostro pubblico - ci ha raccontato Nicola Daralla, neo presidente della Puntotel - ma se ciò non dovesse accadere quella di Potenza mi sembra una soluzione ideale sia per la breve distanza, sia per la funzionalità del palazzetto, sia per i buoni rapporti che ci legano alla Polizia Municipale e al presidente Ligrani". 
Considerazione, quest'ultima, che ha lasciato spazio di recente a varie ipotesi, non esclusa quella di un trasferimento del titolo sportivo della Puntotel a Potenza o di una fusione con la Pm. "Confermo che ne avevamo parlato - spiega Daralla - ma ad oggi la questione non è più in quei termini. Il nostro obiettivo è ottenere la deroga per rimanere a Sala ma se ciò non dovesse accadere Potenza potrebbe essere semplicemente il campo su cui giocare, senza altri discorsi riguardanti il titolo sportivo". 
L'eventuale sbarco della Puntotel in Basilicata sarebbe agevolato anche dalla particolare posizione della società del Vallo di Diano, affiliata anche al Comitato Regionale Fipav lucano perchè partecipante ai campionati giovanili in Basilicata. 
Nell' attesa di saperne di più, resta da capire a questo punto quale sarà il destino della Polizia Municipale, uscita con le ossa rotte sul piano economico dall'ultima stagione di B1 pesantemente condizionata dalle difficoltà economiche dello sponsor Ecosunpower. Nelle scorse settimane alcuni collaboratori del presidente Michele Ligrani hanno iniziato a muoversi in ottica costruzione della squadra, ipotizzando un progetto tecnico ridimensionato e l'abbondante impiego di ragazze potentine per ridurre i costi logistici. Ma i riscontri da parte delle atlete contattate pare non siano stati entusiastici, in assenza di significative garanzie. Ciò che resta della dirigenza si sta comunque muovendo alla ricerca di nuovi sponsor sul territorio, nel tentativo di non perdere il diritto a partecipare al terzo campionato nazionale. Tra mille difficoltà. 
Pietro Scognamiglio
Twitter @pietroscogna
ESISTE una possibilità di vedere il volley femminile di A2 nella prossima stagione al palaPergola. La Polisportiva Antares Sala Consilina (sponsorizzata Puntotel) potrebbe infatti non ottenere nuovamente la deroga che nelle ultime due stagioni le ha consentito di disputare le gare interne al palaPozzillo. La dirigenza della società biancorossa in vista del prossimo campionato ha dovuto predisporre un "piano B" nel caso la Federazione non autorizzi ancora l'utilizzo del palazzetto di Sala. "Siamo fiduciosi di poter giocare  di fronte al nostro pubblico - ci ha raccontato Nicola Daralla, neo presidente della Puntotel - ma se ciò non dovesse accadere quella di Potenza mi sembra una soluzione ideale sia per la breve distanza, sia per la funzionalità del palazzetto, sia per i buoni rapporti che ci legano alla Polizia Municipale e al presidente Ligrani". Considerazione, quest'ultima, che ha lasciato spazio di recente a varie ipotesi, non esclusa quella di un trasferimento del titolo sportivo della Puntotel a Potenza o di una fusione con la Pm. "Confermo che ne abbiamo parlato - spiega Daralla - ma ad oggi la questione non è più in quei termini. Il nostro obiettivo è ottenere la deroga per rimanere a Sala ma se ciò non dovesse accadere Potenza potrebbe essere semplicemente il campo su cui giocare, senza altri discorsi riguardanti il titolo sportivo". L'eventuale sbarco della Puntotel in Basilicata sarebbe agevolato anche dalla particolare posizione della società del Vallo di Diano, affiliata anche al Comitato Regionale Fipav lucano perchè partecipante ai campionati giovanili in Basilicata. Nell' attesa di saperne di più, resta da capire a questo punto quale sarà il destino della Polizia Municipale, uscita con le ossa rotte sul piano economico dall'ultima stagione di B1 pesantemente condizionata dalle difficoltà economiche dello sponsor Ecosunpower. Nelle scorse settimane alcuni collaboratori del presidente Michele Ligrani hanno iniziato a muoversi in ottica costruzione della squadra, ipotizzando un progetto tecnico ridimensionato e l'abbondante impiego di ragazze potentine per ridurre i costi logistici. Ma i riscontri da parte delle atlete contattate pare non siano stati entusiastici, in assenza di significative garanzie. Ciò che resta della dirigenza si sta comunque muovendo alla ricerca di nuovi sponsor sul territorio, nel tentativo di non perdere il diritto a partecipare al terzo campionato nazionale. Tra mille difficoltà. 

Twitter @pietroscogna

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?