Salta al contenuto principale

Bawer Matera all'americana
Kyle Austin è il primo colpo

Basilicata

Tempo di lettura: 
4 minuti 59 secondi
KYLE AUSTIN 25 anni per 202 centimetri è la nuova ala della Bawer Matera. 
La notizia trapela proprio in queste ore e che lascia pensare che la trattativa per l’ala è praticamente chiusa con un giocatore che è stato il miglior marcatore con oltre venti punti di media nell’ultima serie A ungherese. Un atleta in grado di poter fare il salto di qualità alla formazione materana e che nelle ultime ore ha superato, malgrado qualche notizia contrastante in questo senso, la concorrenza di Michael Hicks l’ala che ha vinto l’ultimo campionato con Pistoia e che pure era in trattativa avanzata con la Bawer per un colpo che avrebbe certo trascinato l’attenzione e l’entusiasmo in casa materana. Un entusiasmo che va coltivato dopo il mancato ripescaggio di queste ore e che proprio con l’arrivo dei giocatori a stelle e strisce comincia a riprendere vigore in un momento decisamente fondamentale della stagione in cui si fanno le future scelte. 
In effetti a quanto pare Matera ha individuato due possibili strade ed ha alla fine scelto quella che garantito l’atletismo e la qualità voluta da Benedetto oltre che un giocatore giovane e di sicura affidabilità come dimostrato nell’ultima stagione ungherese.
Più fluida invece la questione play-guardia con Matera che ha una serie di nominativi per le mani e su cui ragionare. A quel Christopher Dunn che avevamo già lanciato qualche giorno fa, ma su cui non ci arrivano ulteriori conferme, si aggiungono in queste ore le opzioni che portano ad Anthony Jones e De Andre Mays, il primo in arrivo dal campionato ungherese e che sembra il favorito ad oggi nelle preferenze tecniche e nella trattativa economica con Matera e il secondo che è reduce invece dal torneo finlandese. E’ probabile che questa trattativa avrà ancora bisogno di qualche ora prima di potersi definitivamente chiudere e Matera deve scegliere definitivamente l’uomo giusto dopo un esame accurato perchè dai due stranieri dipenderà probabilmente la fortuna della formazione materana. La società nel frattempo, per motivi che non comprendiamo, ha preferito rintanarsi nel silenzio assoluto sulle questioni di mercato. 
Per il resto è praticamente fatta ed annunciata via facebook dal diretto interessato la conferma di Carlo Cantone. Ad un passo, ad oggi, anche la permanenza di Massimo Rezzano che garantirebbe l’ossatura portante della squadra della passata stagione con l’aggiunta, possibile, dei due americani. Per il resto Matera dovrà cercare un altro lungo, un’ipotesi che però è naufragata poteva portare a Chiumenti destinato a rimanere a Casalpusterlengo. Si valutano invece le opzioni Maganza e De Paoli mentre resta in piedi l’opzione Landi e c’è anche un’idea Scarponi. Mercato ancora fluido insomma con le quattro certezze che si vanno materializzando e l’aggiunta dei due americani. Per il resto ci sarà ancora tempo.
Piero Quarto
KYLE Austin, 25 anni per 202 centimetri è la nuova ala della Bawer Matera. La notizia trapela proprio in queste ore e lascia pensare che la trattativa per l’ala è praticamente chiusa, con un giocatore che è stato il miglior marcatore con oltre venti punti di media nell’ultima serie A ungherese. Un atleta in grado di poter fare il salto di qualità alla formazione materana e che nelle ultime ore ha superato, malgrado qualche notizia contrastante in questo senso, la concorrenza di Michael Hicks, l’ala che ha vinto l’ultimo campionato con Pistoia e che pure era in trattativa avanzata con la Bawer. Un entusiasmo che va coltivato dopo il mancato ripescaggio di queste ore e che proprio con l’arrivo dei giocatori a stelle e strisce comincia a riprendere vigore in un momento decisamente fondamentale della stagione in cui si fanno le future scelte. In effetti a quanto pare Matera ha individuato due possibili strade ed ha alla fine scelto quella che garantito l’atletismo e la qualità voluta da Benedetto, oltre che un giocatore giovane e di sicura affidabilità come dimostrato nell’ultima stagione ungherese. Più fluida invece la questione play-guardia con Matera che ha una serie di nominativi per le mani e su cui ragionare. A quel Christopher Dunn che avevamo già lanciato qualche giorno fa, ma su cui non ci arrivano ulteriori conferme, si aggiungono in queste ore le opzioni che portano ad Anthony Jones e De Andre Mays, il primo in arrivo sempre dal campionato ungherese e che sembra il favorito ad oggi nelle preferenze tecniche e nella trattativa economica con Matera e il secondo che è reduce invece dal torneo finlandese. E’ probabile che questa trattativa avrà ancora bisogno di qualche ora prima di potersi definitivamente chiudere e Matera deve scegliere definitivamente l’uomo giusto dopo un esame accurato perchè dai due stranieri dipenderà probabilmente la fortuna della formazione materana. La società nel frattempo, per motivi che non comprendiamo, ha preferito rintanarsi nel silenzio assoluto sulle questioni di mercato. Per il resto è praticamente fatta ed annunciata via Facebook dal diretto interessato la conferma di Carlo Cantone. Ad un passo, ad oggi, anche la permanenza di Massimo Rezzano che garantirebbe l’ossatura portante della squadra della passata stagione con l’aggiunta, possibile, dei due americani. Per il resto Matera dovrà cercare un altro lungo, un’ipotesi che però è naufragata poteva portare a Chiumenti destinato a rimanere a Casalpusterlengo. Si valutano invece le opzioni Maganza e De Paoli mentre resta in piedi l’opzione Landi e c’è anche un’idea Scarponi. Mercato ancora fluido insomma con le quattro certezze che si vanno materializzando e l’aggiunta dei due americani. Per il resto ci sarà ancora tempo.

p.quarto@luedi.it

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?