X
<
>

Condividi:

 

VILLA D’AGRI – E’ la regina indiscussa in Val d’Agri e tra le migliori operatrici di mercato del massimo campionato regionale. Nelle ultime ore il Villa d’Agri ha preso sei giocatori per disputare un torneo da affrontare senza patemi. Colei che si prepara a diventare una matricola terribile, come nel caso della Soccer Lagonegro ad oggi però superiore come organico, ha ufficializzato gli acquisti del portiere Vincenzo Travascio dal Francavilla, del difensore centrale Maurizio Pietrafesa dal Rossoblu Potenza, del terzino sinistro Franco Pierro dal Pietragalla, dei centrocampisti Vito Pascuzzo dal Gr Valdiano e Gianluca Leone dalla Pro Cavese e il top player che tutti aspettavano nel nome del bomber Claudio Mainenti divisosi nella passata stagione tra Moliterno e Soccer Lagonegro. Il curriculum di quest’ultimo parla chiaro con diverse esperienze in serie D ed Eccellenza campana con le maglie di Pollese, Bojano, Real Marcianise, Villacidrese, Ariano Irpino, Savoia, Grottamare, Sapri, Boville Ernica, Nuova Roccasecca San Tommaso, Solofra e Due Principati, oltre ad essere stato in Basilicata nella stagione 2009-10 con il Ruggiero Valdiano (10 gol in quell’annata dove formava un trio d’attacco formidabile con Salamone e Petilli) e nel 1996-97 nel Lagonegro quando da under con 20 gol permise ai valnocini di vedere per la prima volta la serie D. L’attaccante residente a Polla, classe 1977, che compirà 36 anni il prossimo 15 agosto, vuol rifarsi in Val d’Agri dopo l’infortunio che ad ottobre scorso non gli consentì di continuare l’ottima stagione intrapresa a Moliterno dove fu primo amore con i tifosi, prima della rottura con la società a dicembre. Ma i 4 gol realizzati nelle ultime 7 gare di Promozione, tutti decisivi, a Lagonegro lo hanno subito riabilitato per far tornare il suo nome in auge sui campi della regione. Ora il nodo da sciogliere è quello di La Neve per la sua duttilità capace di ricoprire il ruolo di terzino destro e di difensore centrale. C’è la sua volontà e quella del Villa d’Agri per proseguire, ma spetta al Viggiano l’ultima parola per la cessione dell’intero cartellino, considerato che nella passata stagione il difensore era in prestito. Intanto domenica il Villa d’Agri domenica è atteso dalla sua prima uscita stagionale in un triangolare a Castelsaraceno contro la formazione locale e il Brienza.
                                                                                                                                     Biagio Bianculli
E’ la regina indiscussa in Val d’Agri e tra le migliori operatrici di mercato del massimo campionato regionale. Il Villa d’Agri ha preso sei giocatori per disputare un torneo da affrontare senza patemi. Ufficiali gli acquisti del portiere Vincenzo Travascio dal Francavilla, del difensore centrale Pietrafesa dal Rossoblù Potenza, del terzino sinistro Franco Pierro dal Pietragalla, dei centrocampisti Vito Pascuzzo dal Gr Valdiano e Gianluca Leone dalla Pro Cavese. E il top player che tutti aspettavano è il bomber Claudio Mainenti, divisosi nella passata stagione tra Moliterno e Soccer Lagonegro. Il curriculum di quest’ultimo parla chiaro con diverse esperienze in serie D ed Eccellenza campana con le maglie di Pollese, Bojano, Real Marcianise, Villacidrese, Ariano Irpino, Savoia, Grottamare, Sapri, Boville Ernica, Nuova Roccasecca San Tommaso, Solofra e Due Principati, oltre ad essere stato in Basilicata nella stagione 2009-’10 con il Ruggiero Valdiano (10 gol in quell’annata dove formava un trio d’attacco formidabile con Salamone e Petilli) e nel 1996-’97 nel Lagonegro, quando da under con 20 gol permise ai valnocini di vedere per la prima volta la serie D. L’attaccante residente a Polla, classe 1977, che compirà 36 anni il prossimo 15 agosto, vuol rifarsi in Val d’Agri dopo l’infortunio che ad ottobre scorso non gli consentì di continuare l’ottima stagione intrapresa a Moliterno dove rimase fino a dicembre. Ma i 4 gol realizzati nelle ultime 7 gare di Promozione, tutti decisivi, a Lagonegro lo hanno subito riabilitato per far tornare il suo nome in auge sui campi della regione. Ora il nodo da sciogliere è quello di La Neve per la sua duttilità capace di ricoprire il ruolo di terzino destro e di difensore centrale. C’è la sua volontà e quella del Villa d’Agri per proseguire, ma spetta al Viggiano l’ultima parola per la cessione dell’intero cartellino, considerato che nella passata stagione il difensore era in prestito.                                                                                                            

 

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA