Salta al contenuto principale

Il "Viviani" tra i dieci stadi
più brutti in Italia

Basilicata

Tempo di lettura: 
0 minuti 39 secondi

"Può ospitare solo 5.500 posti ed èstato inaugurato nel 1934. Questa struttura ha assistito a diverse rimozioni dei settori a seconda dell'andamento della squadra e oggi sembra più il campo di un oratorio. Le prime tribune risalgono ancora all'epoca fascista e le diverse ristrutturazioni lo rendono totalmente disomogeneo, le curve est e ovest sono strutture in ponteggi. C'è da chiedersi come sia possibile che lo stadio sia ancora in piedi".

Questo il giudizio sullo stadio "Alfredo Viviani" di Potenza elaborato dal sito FtbPro.com, che ha delineato una classifica di quelli che sarebbero i dieci stadi più brutti e meno funzionali d'Italia. L'impianto potentino è preceduto in questa poco lusinghiera graduatoria soltanto dal vecchio "Celeste" di Messina e dal "Ceravolo" di Catanzaro.  

QdB - redazione web

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?