Salta al contenuto principale

Un minuto di silenzio sui campi
per le vittime di Lampedusa

Basilicata

Tempo di lettura: 
1 minuto 7 secondi

IL Presidente del Coni Giovanni Malagò, intepretando il profondo sentimento di cordoglio e commozione del Paese e dell’intero mondo sportivo italiano, ha comunicato alle Federazioni Sportive Nazionali, alle Discipline Sportive Associate e agli Enti di Promozione Sportiva di estendere l’osservanza del minuto di silenzio in occasione di tutte le manifestazioni sportive che si disputeranno in Italia durante l’intero fine settimana, in ricordo delle vittime della tragedia avvenuta in mare al largo di Lampedusa. Il  momento di cordoglio ci sarà quindi già a partire da questo pomeriggio e nella giornata di domani  anche su tutti i campi della Basilicata. 

Queste le parole di Malagò in un intervento pubblicato sull'edizione odierna de La Gazzetta dello Sport:

"Il dramma di Lampedusa non appartiene ai profughi che sono naufragati nel nostro mare, ma è la sconfitta di un intero continente che non può più voltare la faccia e lo sguardo dall'altra parte davanti a quelle scene sconvolgenti di rabbia e dolore. Sarebbe un segnale di civiltà e di progresso culturale se stavolta il minuto di silenzio non fosse una prerogativa esclusiva dell'Italia ma si potesse estendere anche all'Europa. I morti sono di tutti e la solitudine, in questi casi, non deve avere nè confini nè colori". 

QdB - redazione web

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?