Salta al contenuto principale

Torna il basket che conta a Potenza
Alle 18 Timberwolves - Isernia

Basilicata

Tempo di lettura: 
3 minuti 6 secondi
Tutto pronto per l'esordio casalingo in Dnc della Timberwolves Potenza, che domenica al palaPergola di contrada Rossellino ospiterà la Il Globo Isernia. Nella gara che segna il ritorno della pallacanestro maschile a livello nazionale nel capoluogo lucano, si affronteranno due squadre sconfitte nella prima giornata (Isernia è stata battuta in casa da Pozzuoli). La squadra che rappresenta in Dnc il Consorzio Pallacanestro Potenza ha perso sul campo del Magic Team Benevento con il punteggio di 87-69, dimostrando comunque di poter tenere il campo al cospetto di avversari decisamente più rodati per la categoria. Un attestato di stima è arrivato anche dal coach beneventano Sanfilippo, che parlando dei ragazzi guidati da Vincenzo Bochicchio ha dichiarato: "Potenza è una squadra che, nonostante la giovane età, ha un'idea di gioco, è aggressiva e alla lunga farà bene". A comporre il roster che domenica riceverà il primo abbraccio dal pubblico del palaPergola tanti giovanissimi, supportati dall'esperienza di Danilo Lorusso (26 punti a Benevento), Antonello Marchese e Antonino Rato. La gara di Benevento ha rappresentato l'esordio assoluto nei campionati nazionali per i vari Leone, Mastroddi, Pocchiari, Ciardullo e Di Tullio, tutti cresciuti nel settore giovanile della Timberwolves. Ad arricchire di qualità il gruppo, altri due giovani che hanno già maturato esperienze importanti fuori: è il caso del potentino Giuseppe Pace (ala classe 1995), anche lui prodotto del vivaio Timberwolves, nelle ultime due stagioni nella Stella Azzurra Roma e a Treviglio, dove ha disputato con ottimi risultati le ultime finali nazionali Under 19. Sempre in Dng (campionato Under 19 maschile d'Eccellenza) ha militato nella passata stagione Gioele Campagna, guardia classe '94 nato a Foggia, a referto al palaSannio con 5 punti. 
Per la gara di domenica (ore 18) tra Timberwolves Potenza e Il Globo Isernia l'ingresso al palaPergola sarà gratuito. La direzione di gara è affidata a Pietro Rodia di Avellino e Mirko Sabatino di Salerno
TUTTO pronto per l'esordio casalingo in Dnc della Timberwolves Potenza, che questo pomeriggio al palaPergola di contrada Rossellino ospiterà la Il Globo Isernia. Nella gara che segna il ritorno della pallacanestro maschile a livello nazionale nel capoluogo lucano, si affronteranno due squadre sconfitte nella prima giornata (Isernia è stata battuta in casa da Pozzuoli). La squadra che rappresenta in Dnc il Consorzio Pallacanestro Potenza ha perso sul campo del Magic Team Benevento con il punteggio di 87-69, dimostrando comunque di poter tenere il campo al cospetto di avversari decisamente più rodati per la categoria. Un attestato di stima è arrivato anche dal coach beneventano Sanfilippo, che parlando dei ragazzi guidati da Vincenzo Bochicchio ha dichiarato: "Potenza è una squadra che, nonostante la giovane età, ha un'idea di gioco, è aggressiva e alla lunga farà bene". A comporre il roster che riceverà (palla a due alle 18) il primo abbraccio dal pubblico del palaPergola tanti giovanissimi, supportati dall'esperienza di Danilo Lorusso (26 punti a Benevento), Antonello Marchese e Antonino Rato. La gara di Benevento ha rappresentato l'esordio assoluto nei campionati nazionali per i vari Leone, Mastroddi, Pocchiari, Ciardullo e Di Tullio, tutti cresciuti nel settore giovanile della Timberwolves. Ad arricchire di qualità il gruppo, altri due giovani che hanno già maturato esperienze importanti fuori: è il caso del potentino Giuseppe Pace (ala classe 1995), anche lui prodotto del vivaio Timberwolves, nelle ultime due stagioni nella Stella Azzurra Roma e a Treviglio, dove ha disputato con ottimi risultati le ultime finali nazionali Under 19. Sempre in Dng (campionato Under 19 maschile d'Eccellenza) ha militato nella passata stagione Gioele Campagna, guardia classe '94 nato a Foggia, a referto al palaSannio con 5 punti. L'ingresso al palaPergola sarà gratuito. La direzione di gara è affidata a Pietro Rodia di Avellino e Mirko Sabatino di Salerno.
QdB - redazione web

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?