Salta al contenuto principale

Simone Pianigiani a Potenza
"La Nazionale qui, perchè no?"

Basilicata

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
2 minuti 47 secondi
Anche per sopperire a una stazza fisica inferiore rispetto a quella delle altre nazioni, per avere giocatori di qualità “in Italia bisogna lavorare su figure professionali d’eccellenza”. E’ questo il messaggio lanciato dal ct della nazionale di basket, Simone Pianigiani, da Potenza, dove oggi partecipa - insieme ai tecnici delle nazionali giovanili, Andrea Capobianco e Antonio Bocchino - alle iniziative per le “Giornate azzurre”.
Accompagnato dal vicepresidente nazionale della Fip, Gerardo Laguardia, e dal responsabile nazionale del settore Minibasket, Maurizio Cremonini, il coach Pianigiani è stato ricevuto dal sindaco di Potenza, Vito Santarsiero, che lo ha invitato a portare la nazionale nel nuovo PalaBasento (circa 3.500 posti), nel quale nella scorsa estate la squadra azzurra under 18 guidata da Capobianco ha partecipato a un quadrangolare internazionale. “Perchè no?” è stata la risposta di Piangiani. ''Non voglio - ha aggiunto - fare promesse o dare illusioni, ma certo è che la passione e l’entusiasmo che ho notato qui a Potenza, dove c'è un impianto moderno, sono valori importanti da tenere in considerazione, anche perchè per il futuro vorremmo creare nuove occasioni per poter indossare la maglia azzurra”.
Dopo Molise e Puglia, oggi Pianigiani è in Basilicata “per ascoltare le esigenze della base e avere un confronto con allenatori, arbitri e dirigenti, che per noi sono un patrimonio. Tutti insieme dobbiamo lavorare - ha concluso - per rilanciare nuove professionalità d’eccellenza, perchè, sia per la crisi sia per le carenze fisiche dei nostri giocatori, noi non possiamo permetterci di sbagliare il modo di allenare
ANCHE per sopperire a una stazza fisica inferiore rispetto a quella delle altre nazioni, per avere giocatori di qualità “in Italia bisogna lavorare su figure professionali d’eccellenza”. E’ questo il messaggio lanciato dal ct della nazionale di basket, Simone Pianigiani, da Potenza, dove ha partecipato - insieme ai tecnici delle nazionali giovanili, Andrea Capobianco e Antonio Bocchino - alle iniziative per la “Giornata Azzurra”. Accompagnato dal vicepresidente nazionale della Fip, Gerardo Laguardia, e dal responsabile nazionale del settore Minibasket, Maurizio Cremonini, Pianigiani è stato ricevuto dal sindaco di Potenza, Vito Santarsiero, che lo ha invitato a portare la nazionale nel nuovo PalaBasento (circa 3500 posti), nel quale nella scorsa estate la squadra azzurra under 18 guidata da Capobianco ha partecipato a un quadrangolare di prestigio contro i pari età di Turchia, Slovenia e Croazia. “Perchè no?” è stata la risposta di Piangiani. ''Non voglio - ha aggiunto - fare promesse o dare illusioni, ma certo è che la passione e l’entusiasmo che ho notato qui a Potenza, dove c'è un impianto moderno, sono valori importanti da tenere in considerazione, anche perchè per il futuro vorremmo creare nuove occasioni per poter indossare la maglia azzurra”. Dopo le visite in Molise e Puglia, Pianigiani è venuto in Basilicata “per ascoltare le esigenze della base e avere un confronto con allenatori, arbitri e dirigenti, che per noi sono un patrimonio. Tutti insieme dobbiamo lavorare - ha concluso - per rilanciare nuove professionalità d’eccellenza, perchè, sia per la crisi sia per le carenze fisiche dei nostri giocatori, noi non possiamo permetterci di sbagliare il modo di allenare".
QdB - redazione web

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?