Salta al contenuto principale

La lotta al doping arriva
tra i banchi di scuola

Basilicata

Tempo di lettura: 
3 minuti 50 secondi

 

C’E’ anche Potenza tra le quattro città italiane scelte  dalla Figc e dall’Unicef per il progetto Campioni senza trucco! Dalla scuola alla vita. Agli studenti del primo anno delle scuole superiori che hanno aderito (molti dei quali presenti ieri) la Commissione Federale Antidoping sottoporrà un programma di attività informative e di sensibilizzazione sul tema del doping, differente rispetto a iniziative similari avviate in passato perchè inserito questa volta a pieno titolo nei Pof (Piani di Offerta Formativa). Sono quattro le città italiane in cui parte la sperimentazione: a Potenza fanno compagnia Firenze, Pescara e Crema.  A presentare Campioni senza trucco! ieri a Potenza i vertici nazionali della Commissione Antidoping Figc: il presidente Pino Capua, il segretario Alessandra Tomaselli e - a fare gli onori di casa nella sede Rai di Basilicata - il vicepresidente Fausto Taverniti che ha fortemente spinto per il coinvolgimento del capoluogo lucano. 
In platea il Coni regionale, rappresentato dal vicepresidente Franco Liguori, insieme a un’ampia delegazione del Potenza (calcio, campionato di Eccellenza) e della De Gasperi Volley (B2 femminile). «Perchè è importante precisare - ha spiegato Capua, medico che guida la Commissione nata nel 2001 - che l’iniziativa parte dalla Figc ma ha lo scopo di avvicinare in senso più ampio i ragazzi allo sport sano, a prescindere dalla disciplina che scelgono di praticare».  A livello nazionale il progetto verrà presentato il prossimo 4 dicembre a Firenze, nella cornice di Palazzo Vecchio. Il primo step è quello di formare i docenti coinvolti e avviare nelle ore di lezione attività finalizzate ad attivare il coinvolgimento dei ragazzi nella lotta al doping. Si proseguirà con la realizzazione - leggiamo dal programma - di una convention in ciascuna delle città coinvolte, in cui i ragazzi potranno confrontarsi con le testimonianze di esponenti delle istituzioni e del calcio italiano ai più alti livelli (dirigenti, tecnici, giocatori). 
Le scuole parteciperanno anche a un concorso a tema, per il quale gli studenti saranno chiamati a realizzare uno spot filmato che illustri le tematiche della lotta al doping: la premiazione, entro l’inizio del prossimo anno sclastico, avverrà al Centro Tecnico di Coverciano per mano del presidente Figc Giancarlo Abete. 
Twitter @pietroscogna
C’E’ anche Potenza tra le città italiane scelte  dalla Figc e dall’Unicef per il progetto Campioni senza trucco! Dalla scuola alla vita. Agli studenti (molti presenti in sala) del primo anno delle scuole superiori che hanno aderito la Commissione Federale Antidoping sottoporrà un programma di attività informative e di sensibilizzazione sul tema del doping, differente rispetto a iniziative similari avviate in passato perchè inserito questa volta a pieno titolo nei Pof (Piani di Offerta Formativa). Sono quattro le città in cui parte la sperimentazione: oltre a Potenza, Firenze, Pescara e Crema.  A presentare Campioni senza trucco!  i vertici nazionali della Commissione Antidoping Figc: il presidente Pino Capua, il segretario Alessandra Tomaselli e - a fare gli onori di casa nella sede Rai di Basilicata - il vicepresidente Fausto Taverniti che ha fortemente spinto per il coinvolgimento del capoluogo lucano. In platea il Coni regionale, rappresentato dal vicepresidente Franco Liguori, insieme a un’ampia delegazione del Potenza (calcio, campionato di Eccellenza) e della De Gasperi Volley (B2 femminile). «Perchè è importante precisare - ha spiegato Capua, medico che guida la Commissione nata nel 2001 - che l’iniziativa parte dalla Figc ma ha lo scopo di avvicinare in senso più ampio i ragazzi allo sport sano, a prescindere dalla disciplina che scelgono di praticare». A livello nazionale il progetto verrà presentato il prossimo 4 dicembre a Firenze, nella cornice di Palazzo Vecchio. Il primo step è quello di formare i docenti coinvolti e avviare nelle ore di lezione attività finalizzate a coinvolgere ragazzi nella lotta al doping. Si proseguirà con la realizzazione - leggiamo dal programma - di una convention in ciascuna delle città interessate, in cui gli studenti potranno confrontarsi con le testimonianze di esponenti delle istituzioni e del calcio italiano ai più alti livelli (dirigenti, tecnici, giocatori). Le scuole parteciperanno anche a un concorso a tema, per il quale  saranno chiamate a realizzare uno spot filmato che illustri le tematiche della lotta al doping. La premiazione, entro l’inizio del prossimo anno scolastico, avverrà al Centro Tecnico di Coverciano per mano del presidente Figc Giancarlo Abete. 

 

Twitter @pietroscogna

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?