Salta al contenuto principale

Dalla Serie D alla Juventus
La favola di Granatiero

Basilicata

Tempo di lettura: 
3 minuti 32 secondi
Dalla Serie D alla Serie A, un sogno che si realizza. E’ il caso del giovane classe 97’ Lorenzo Granatiero che, dopo 14 presenze tra i dilettanti con la compagine pugliese del Manfredonia, nella giornata di ieri è stato ceduto alla Juventus in prestito con diritto di riscatto a favore dei bianconeri e si aggregherà da subito agli Allievi Nazionali.
“E’ un’emozione indescrivibile essere arrivato alla Juve – ammette il giovane terzino  - perché non è da tutti giocare in un grande club come quello bianconero. Credo che tutto ciò è una grande opportunità che mi sta dando la vita e cercherò di impegnarmi per sfruttarla al meglio. Questo sogno si è realizzato, ora quello che devo fare sarà arrivare più in alto possibile per poter un giorno giocare con i grandi campioni di questo Club, da cui si può solamente imparare”.
Il giovane sipontino si è ben distinto in questa prima parte di stagione con la maglia del Manfredonia, finendo sul taccuino di molti osservatori, grazie alle ottime prestazioni dimostrate in campo. L’ultima in ordine di tempo è stata la grande prova allo “Iacovone” di Taranto lo scorso sabato, dove il terzino classe 97’ è sembrato un vero veterano in campo, risultando decisivo nella vittoria esterna della squadra allenata da mister Cinque.
“Appena ho iniziato la stagione con il Manfredonia ho pensato solamente a giocare per la maglia della mia città – conclude Granatiero -  perché era da bambino che sognavo di farlo. Poi, dopo delle buone prestazioni, mi è stato detto che c’erano diversi club importanti interessati a me e da quel momento ho avuto una carica in più; ho iniziato a pensare al mio futuro e a fare sempre meglio con la maglia biancoazzurra. Ringrazio la società per l’opportunità e la fiducia che ha riposto in me sin da inizio campionato e non vedo l’ora di iniziare questa nuova avventura con una della compagini migliori al mondo come la Juventus”.
Savio Salerno
Dalla Serie D alla Serie A, un sogno che si realizza. E’ il caso del giovane classe 97’ Lorenzo Granatiero che, dopo 14 presenze tra i dilettanti con il Manfredonia, nella giornata di ieri è stato ceduto alla Juventus in prestito con diritto di riscatto a favore dei bianconeri e si aggregherà da subito agli Allievi Nazionali.
“E’ un’emozione indescrivibile essere arrivato alla Juve - ammette il giovane terzino - perché non è da tutti giocare in un grande club come quello bianconero. Credo che tutto ciò è una grande opportunità che mi sta dando la vita e cercherò di impegnarmi per sfruttarla al meglio. Questo sogno si è realizzato, ora quello che devo fare sarà arrivare più in alto possibile per poter un giorno giocare con i grandi campioni di questo club, da cui si può solamente imparare”.
Il giovane sipontino si è ben distinto in questa prima parte di stagione con la maglia del Manfredonia, finendo sul taccuino di molti osservatori, grazie alle ottime prestazioni dimostrate in campo. L’ultima in ordine di tempo è stata la grande prova allo Iacovone di Taranto lo scorso sabato, dove il terzino classe 97’ è sembrato un vero veterano in campo, risultando decisivo nella vittoria esterna della squadra allenata da mister Cinque.
“Appena ho iniziato la stagione con il Manfredonia ho pensato solamente a giocare per la maglia della mia città - conclude Granatiero -  perché era da bambino che sognavo di farlo. Poi, dopo delle buone prestazioni, mi è stato detto che c’erano diversi club importanti interessati a me e da quel momento ho avuto una carica in più; ho iniziato a pensare al mio futuro e a fare sempre meglio con la maglia biancoazzurra. Ringrazio la società per l’opportunità e la fiducia che ha riposto in me sin da inizio campionato e non vedo l’ora di iniziare questa nuova avventura con una della compagini migliori al mondo come la Juventus”.
Twitter @sport_bas

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?