X
<
>

Condividi:

ANCORA una medaglia d’oro per il fioretto femminile, disciplina che si conferma un bancomat di medaglie anche a livello giovanile. In chiusura degli Europei Giovani di Gerusalemme, la squadra italiana ha conquistato l’ultimo titolo in palio nella rassegna continentale. Il quartetto azzurro, guidato dai maestri Francesca Bortolozzi e Guido De Bartolomeo e composto da Camilla Mancini, dalla potentina Francesca Palumbo, da Erica Cipressa e Matilde Biagiotti ha avuto la meglio in finale contro la Russia, col punteggio di 45-35. 

Nel loro percorso di gara, le azzurre avevano vinto gli assalti dei quarti e di semifinale contro Ucraina e Polonia, rispettivamente per 45-33 e 44-32. Le azzurre tornano quindi sul gradino più altro del podio che nel 2013 avevano conquistato sia agli Europei di Budapest che ai Mondiali di Porec (Croazia). Per Francesca Palumbo, classe ‘94 tesserata con l’Aeronautica Militare, una bella soddisfazione personale che va a compensare il rammarico per lo sfortunato cammino nella prova individuale. Sabato scorso, nel tabellone delle 32, era stata eliminata da Svetlana Tripapina, poi laureatasi campionessa mondiale proprio alle spese dell’altre azzurre Camilla Mancini (in semifinale) e Erika Cipressa (in finale). L’incrocio si è ripetuto ieri, ma questa volta le azzurre hanno assaporato una gustosa rivincita. 

Twitter @pietroscogna

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA