X
<
>

Condividi:

 

 

Niente da fare. Alla Coserplast Openet Matera non riesce il miracolo sportivo. Infatti i materani di Mastrangelo perdono, seppur al tie-break, a Cantù, mandando così in archivio la loro stagione. Si chiude qui, infatti, la rincorsa al sogno chiamato A1. Matera è fuori dai playoff con una doppia sconfitta nei quarti, che la vedevano favorita. Ed invece a passare sono proprio i canturini. Matera saluta così una stagione che l’ha vista comunque protagonista, con la partecipazione alla Coppa Italia e un girone di andata ad alto livello. Un livello che ieri si è visto solo a sprazzi e che quindi non è bastato per portare la serie a gara-tre. 
LA GARA Inizia male il primo set con il Cantù che parte subito forte e si porta sul 6-2. Matera recupera qualcosa portandosi sull’8-6, ma al timeout tecnico i canturini sono avanti 12-9. Da questo momento in poi non c’è quasi più storia: la formazione di Della Rosa allunga sul 20-16. La Coserplast cerca di recuperare, ma dopo il 23-19, Cantù ingrana la quarta e va a vincere il primo set 25-19. 
Il secondo parziale parte in equilibrio (3-3), poi il Matera inizia a prendere in mano l’inerzia del set passando dal 4-5 al 4-7, portandosi così al timeout tecnico con un vantaggio di 4 punti (8-12). Al rientro in campo la squadra di Matrangelo allunga ancora (10-16) e da questo momento in poi il set si mette in discesa dal 13-20 in poi. Alla fine la gara torna in perfetto equilibrio con la chiusura sul 19-25, identico punteggio con cui il Cantù aveva vinto il primo parziale. 
Il terzo set è ancora ad appannaggio della formazione di casa che parte subito bene (4-0). Matera recupera e accorcia fino al 7-6. Cantù si porta sul 9-7 e poi fa tre punti di fila andando al timeout tecnico sul 12-7. I cinque punti di vantaggio consentono di gestire al meglio il parziale che si trascina così verso la fine fino al 25-19 che rimette i padroni di casa in condizione di vantaggio. 
Epica vittoria nel quarto parziale della Coserplast Openet che porta così la partita al tie-break, ma prima di vincere e impattare sul 2-2 c’è stato bisogno di arrivare ai vantaggi. Inizio bruciante del Cantù che va sul 3-0. Matera reagisce e impatta 5-5. Poi si va avanti in equilibrio. Al timeout tecnico i materani sono avanti di un solo punto. Si va avanti di cambio palla in cambio palla. Dal 24-24 è sempre il Matera che trova il guizzo per portarsi avanti. Dopo il 26-26 la squadra di Mastrangelo mette la freccia: dopo il 27-27 due punti di fila consentono di portare la sfida al tie-break, chiudendo il set sul 27-29. 
Cantù inizia bene anche il tie-break portandosi subito sul 3-0. Matera però ha la forza di fare subito un piccolo recupero (3-2) che rimette in gioco i biancazzurri lucani. Si va così avanti con il cambio palla che poi regala il +2 alla formazione di casa al cambio di campo (8-6). Alla ripresa arriva un nuovo punto per il Cantù che mette 3 rassicuranti punti tra sè e il Matera (9-6). La Coserplast Openet con il cambio palla si avvicina fino al 10-8, ma qui si spegne la luce per il sestetto di Mastrangelo che subisce ancora da Cantù. I lombardi allungano fino al 12-8 che in pratica scrive la parola fine sul set, sulla partita e sulla serie playoff. Seppur Matera prova un’ultima reazione (12-10), la Cassa Rurale va a vincere il set 15-10 raggiungendo il Sora nella semifinale della serie playoff. 
Si chiude così la stagione della Coserplast Openet Matera che cede, con onore, a un Cantù che ha costruito il passaggio del turno al PalaSassi, o meglio è stata la Coserplast a creare i presupposti per una sua prematura “dipartita” con una prestazione da dimenticare dinanzi al pubblico amico.
Twitter @mutasci

 

 

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA