Salta al contenuto principale

Una cenetta "controllata"
con un po' di romanticismo

Basilicata

Tempo di lettura: 
1 minuto 20 secondi

Partenza sotto la pioggia, ieri  a Giovinazzo, per i nostri protagonisti del Giro, maltempo dunque per prima tappa in terra tricolore. Le condizioni meteorologiche hanno creato difficoltà tali da creare pericolosissime cadute e il manto stradale ha fatto la sua parte in tutto il circuito cittadino. La direzione di corsa ha deciso che il tempo finale venisse preso prima dell'inizio dell'ultimo giro e di non assegnare abbuoni né al traguardo finale e né a quello volante.

A premiare i migliori di questa giornata l'amato sindaco di Bari, Michele Emiliano ed il presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola. Per Domenico fortunatamente non ci sono stati momenti di difficoltà: ha saputo tenere testa   a queste ore di mal tempo. La serata è poi proseguita con i massaggi praticati dal fisioterapista Bruno Filippi e una tanto attesa cena in due, dopo esattamente una settimana.

Per i corridori, come il medico dell'equipe cicliste ci informa, l'alimentazione è un fattore chiave. Per ogni tappa del Giro, il dottor Roberto Pallavicini, comunica il menù del giorno, che durante le competizioni si basa essenzialmente su glucidi. Domenico ha un regime alimentare molto controllato, oltre a consumare i pasti ad orari ben precisi. E’ difficile essere compagna di un ciclista proprio per il rigore e il particolare stile di vita, nonché il pochissimo tempo che si condivide durante le corse.

Domenico è comunque un fidanzato esemplare e sa colmare ogni assenza dovuta al suo duro lavoro. Non manca mai una sorpresa da ogni posto da lui visitato, ma soprattutto mai il suo buongiorno ogni mattina.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?