X
<
>

Condividi:

IN clima di Mondiali di calcio, vedere l’azzurro tra i Sassi fa un certo effetto. E il merito, ancora una volta, è del dirigente della Divisione Calcio a 5, Nino Crapulli. Il mentore del futsal di Matera, dopo aver portato nella sua città i big della Nazionale maggiore del calcio a 5, ha fatto da Cicerone ai “piccoli” azzurri dell’Under 21. Gli Azzurrini del tecnico Raoul Albani, infatti sono impegnati nel raduno di Barletta e Crapulli non ha resistito alla tentazione e ha portato a Matera la squadra Under 21. 

«Come posso, porto sempre qui gli azzurri – ha commentato Nino Crapulli – anche se il mio grande rammarico è di non poterli far giocare qui a Matera. Ma per lo meno cerco di fare “promozione turistica”. Eravamo nella vicina Puglia e non ho resistito». Un vero e proprio spot per la città, con quella che è la migliore forma di marketing, ovvero la presa diretta, portando nei Sassi tutti questi giovani, oltre allo staff della Nazionale. 

Affascina da Matera anche il tecnico degli azzurri Raoul Albani: «Matera è bellissima, non la scopro certo oggi. Sono già stato nella vostra città, anche con mia moglie, e ci torno volentieri. Una città dal fascino straordinario. Nino, a cui mi lega un’amicizia pluriennale, ce ne parla sempre e volentieri abbiamo colto il suo invito».
Il tour materano è iniziato con una puntatina al Belvedere. Poi il bus ha lasciato la squadra Under 21 proprio sotto la nostra redazione e poi una passeggiata a piedi per le vie del centro per poi scendere nel Rione Sassi.

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA