Salta al contenuto principale

Berretti: "Potenza? Ce l'ho nel cuore"
Ma il centrocampista aspetta la Lega Pro

Basilicata

Tempo di lettura: 
1 minuto 39 secondi

L'idea del ritorno al Viviani di Matteo Berretti sta stuzzicando particolarmente i tifosi rossoblù. Il centrocampista di Cecina, classe 1985, ha indossato la maglia del Potenza per quattro stagioni, dal 2005 al 2009, andando a segno 12 volte in oltre 100 presenze. Nel 2007 è stato tra i protagonisti della promozione in C1, conquistata nella finale di Benevento. Nella stagione successiva ha realizzato contro il Gallipoli una delle reti più belle viste al Viviani nelle ultimi anni. La stagione appena conclusa Berretti l'ha iniziata a Giulianova in D, per poi trasferirsi a Ferrara dove con la Spal ha collezionato 15 presenze e due gol in Seconda Divisione. La breve parentesi di Giulianova è stata l'unica, nella sua carriera, non vissuta nei campionati professionistici. Dopo i quattro anni a Potenza, il centrocampista cresciuto nelle giovanili del Siena si è infatti consolidato tra C1 e C2 nelle esperienze con Taranto, Cavese, Andria e Fano. 

Qualche settimana fa c'è stato il contatto tra il d.s. del Potenza Pietro Chiaradia e il suo procuratore Giovanni Delle Vedove, anche lui ben noto ai tifosi potentini per i suoi trascorsi al Viviani. Berretti, con la consueta cortesia, ci spiega a che punto è la trattativa: "Ho bisogno di aspettare fine mese per capire se si sbloccano alcune situazioni in Lega Pro, vorrei cimentarmi con quel campionato che si preannuncia di alto livello dopo la riforma. Ma, se questi contatti non dovessero maturare, prenderò in seria considerazione la proposta del Potenza. Si tratta della piazza sicuramente più importante della mia carriera, dove sono cresciuto sia come calciatore che come uomo. Dei tifosi ho un grande ricordo, aspettiamo gli sviluppi del mercato e vediamo cosa succederà".

Da parte della società rossoblù, stando a quanto trapela, c'è disponibilità ad aspettare ancora per qualche giorno la risposta di Berretti, che potrebbe anche raggiungere la squadra direttamente nel ritiro di Chiaromonte nel momento in cui l'intesa dovesse perfezionarsi. Ci vuole solo un po' di pazienza. 

Twitter @pietroscogna

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?