X
<
>

Tempo di lettura < 1 minuto

Mio nonno Aldo è stato il primo a prendermi in braccio quando sono nata.
Mia nonna Teresa rimase  a casa con me il giorno del funerale dell’altro nonno, il Gino. Rimase con me perché io non fui in grado di reggere a tutto quel dolore.
In mezzo a questi due episodi c’è una storia d’amore. Il mio per loro e il loro per me. Ancora oggi sono “Miciolina”.

Ieri hanno festeggiato 68 anni di matrimonio. Sempre insieme. Mano nella mano. Il destino sta lavorando perché le loro menti vadano spegnendosi contemporaneamente. 
E io, la trovo una cosa bellissima, a suo modo, ma bellissima. Nessuno dei due avrà coscienza del disfacimento dell’altro, resteranno cristallizzati per sempre nel loro amore.

Penso sia un dono fattogli. 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares