X
<
>

Tempo di lettura 2 Minuti

Sta per uscire nelle sale cinematografiche l’atteso film su Grace Kelly, “Grace di Monaco” per la regia di Oliver Dahan e interpretato da Nicole Kidman

Il film, che il 14 maggio aprirà il Festival di Cannes e sarà il giorno dopo nei cinema italiani, ha avuto una storia travagliata, annunciato nel 2012 arriva solo ora seguito dalla fatwa della famiglia Grimaldi, che non solo non parteciperà alla prima a Cannes, ma ha anche fatto sapere di voler prendere le distanze da una pellicola “piena di gravi inesattezze storiche e di una serie di scene di pura finzione”

Glamour senza sostanza, affermano.

 Il film parla di uno specifico momento della vita di Grace, è cioè quando tra il ’61-’62 dovette decidere se continuare a fare l’attrice e interpretare la parte di Marnie nel film di Alfred Hitchcock (ruolo poi andato a Tippi Hendren) o darsi anima e corpo al ruolo di principessa di Monaco il tutto in un momento non semplice per il Principato, stretto come era nella accesa diatriba, riguardante le tassazioni, tra il principe Ranieri e il presidente francese Charles De Gaulle. Scelse, come è noto, di fare la principessa. 

In tutto questo, però, quello che davvero fa battere di gioia il mio cuore è  il meritato grande ritorno del tuppo, o gigliola o chignon che dir si voglia e questo grazie a Grace/Nicole. 

Io sono una portatrice sana di tuppo e anche se il mio non è perfetto come il suo, tutte possiamo avere uno chignon da favola.
Seguono regole. 

1) Shampoo a secco, per avere i capelli più morbidi e lucenti del set.
2) Cotonatura.
3) Coda di cavallo.
4) “Crespo” intorno al quale attorcigliarli.
5) Forcine
6) Lacca. 

Io sollevo i capelli e li lego intorno all’elastico. Ma non sono una principessa. Per il momento, almeno. 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares