Salta al contenuto principale

Togliere il pannolino, che impresa!

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 20 secondi

R. GANGI & T. ACETO

Giornaliste, mamme, amiche e dispensatrici di consigli in ordine sparso. Completamente fuori dai luoghi comuni, niente tacchi, poco trucco, pessime cuoche, non mettono a letto i figli causa orari di lavoro impossibili.

Gabri ha già tre anni ma di togliere il pannolino proprio non ne vuole sapere. E’ sveglio, ha una parlantina molto sciolta, anche troppo sciolta, ma di separarsi di quel fastidioso e costoso oggetto non se ne parla.
L’idea era quella di aspettare il caldo, e il caldo è arrivato, adesso non si può più rimandare. Letti tutti i suggerimenti scientifici e i consigli degli esperti si parte. In bagno già da tempo è sistemato il vasino a forma di orsetto blu, il “mio vasino” come lo chiama lui. La scorta di mutandine e di pantaloncini con l’elastico facili da tirare giù è nel cassettone di un fasciatoio ancora utilizzato. Adesso però bisogna convincere il piccolo a non indossare più il pannolino, il tutto deve avvenire senza traumi, dicono. Niente stress, evitare di parlare sempre dell’argomento anche con gli estranei, il bimbo si mette in soggezione e si inibisce. Anche l’esempio dei fratellini più grandi non aiuta. E allora che fare se proprio il bimbo non ha intenzione di essere autonomo in questo campo e ripete invece che il pannolino gli piace tanto? Se ti guarda con quegli occhioni e ti chiede di non privarlo del suo amico che lo fa sentire asciutto e pulito, che fare? E se bisogna seguire i segnali che vuole dire questo?
L’unica consolazione è che non c’è nessuno che a 16 anni va in giro con il pannolino. Quindi prima o poi ci riusciremo. E voi avete qualche consiglio?

Scopri gli altri contenuti del Blog: 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?