Salta al contenuto principale

Diario elettorale 003

Calabria

Tempo di lettura: 
2 minuti 18 secondi
Destino beffardo per i riformisti. Derisi e messi all’indice dai marxisti e dai massimalisti 
ai tempi di Filippo Turati e Anna Kuliscioff  ora sono defraudati dai contemporanei rossi 
che si sono presi la loro iconografia. Infatti la lista “Rivoluzione Civile” del giudice 
Ingroia contiene l’immagine stilizzata del “Quarto Stato”. Il celebre quadro del pittore 
Giuseppe Pelizza di Volpedo.
Un altro deriso dai neo massimalisti, Matteo Renzi, è recuperato dalla simpatia dei 
bersaniani dopo che il medesimo Matteo e Pier Luigi hanno pranzato insieme al ristorante 
“Grano” del lucano Saverio Crescente.
Si profila un accordo last minute tra Berlusconi e Maroni. Quest’ultimo aveva chiesto due 
cose al Cavaliere: attaccare a testa bassa Mario Monti e farsi da parte come candidato 
premier. Esattamente quello che sta facendo Berlusconi in questi giorni. 
Mario Monti non ha risposto, Luca Cordero di Montezemolo l’ha snobbato e così Oscar Giannino 
ha deciso di fare da solo. Il leader di Fid (Fermare il declino) ha spiegato il suo neonato 
profilo twitter scrivendo: «Basta Stato ladro! Aiuto cercasi per no a Berlusc 
impresentabile, a patrimoniale Bersani, a Monti-Montez tuttitasse. Fare altro: imperativo».
Nichi Vendola impazza con le sue “narrazioni”. 
Berlusconi sta preparando la lista Salò.

Destino beffardo per i riformisti. Derisi e messi all’indice dai marxisti e dai massimalisti 
ai tempi di Filippo Turati e Anna Kuliscioff  ora sono defraudati dai contemporanei rossi 
che si sono presi la loro iconografia. Infatti la lista “Rivoluzione Civile” del giudice 
Ingroia contiene l’immagine stilizzata del “Quarto Stato”. Il celebre quadro del pittore 
Giuseppe Pelizza di Volpedo.
Un altro deriso dai neo massimalisti, Matteo Renzi, è recuperato dalla simpatia dei 
bersaniani dopo che il medesimo Matteo e Pier Luigi hanno pranzato insieme al ristorante 
“Grano” del lucano Saverio Crescente.
Si profila un accordo last minute tra Berlusconi e Maroni. Quest’ultimo aveva chiesto due 
cose al Cavaliere: attaccare a testa bassa Mario Monti e farsi da parte come candidato 
premier. Esattamente quello che sta facendo Berlusconi in questi giorni. 
Mario Monti non ha risposto, Luca Cordero di Montezemolo l’ha snobbato e così Oscar Giannino 
ha deciso di fare da solo. Il leader di Fid (Fermare il declino) ha spiegato il suo neonato 
profilo twitter scrivendo: «Basta Stato ladro! Aiuto cercasi per no a Berlusc 
impresentabile, a patrimoniale Bersani, a Monti-Montez tuttitasse. Fare altro: imperativo».
Nichi Vendola impazza con le sue “narrazioni”. 
Berlusconi sta preparando la lista Salò.

Scopri gli altri contenuti del Blog: 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?