Salta al contenuto principale

Imbusto cose e pensieri. Intanto trasloco

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 22 secondi

MITA BORGOGNO

Giornalista professionista. Polemicamente glam. Vanitosa con ironia. La trovate su Twitter, Fb, G+, Pinterest, ha un tumblr e anche un account su Storify. Vorrebbe raccontare storie. Le vostre e forse anche un po' la sua.

Guardavo il mondo che, girava intorno a me (Lucio Battisti)
29 settembre
Vivo di proroghe, rinnovi. Ansia strozzata in gola, capelli da mettere in piega, spesa da fare e traslochi. Tanti traslochi, millesimi traslochi. Lunedì il prossimo, mini. Mini perchè ormai viaggio con una valigia, un pc e buste. Un numero smisurato di buste. Credo sia un vezzo italico quello delle buste, cioè, chiudi valige o scatoloni, e ti accorgi che qualcosa è rimasto fuori, e lo metti in una busta. E quelle si accumulano.
Ho cambiato, città, paesi. Ho vissuto ovunque. Centri storici e periferie. In case di proprietà, più spesso in affitto, in stanze, appartamenti. Villette e sottoscala. Palazzi al limite dello sgarrupamento e dependance di nobili magioni. Ho convissuto e condiviso camere e case. Amori, passioni e odi.
Senza mai chiudermi a chiave, che ho l'idiosincrasia delle chiavi. Da lunedì la prova estrema. Andrò a vivere, per un paio di mesi almeno, in un residence. Molto carino, nel giardinetto ci sono finanche i puffi e i nani, manca Biancaneve ma vabbè, la stessa è poco presente di solito. 
Una scelta di frontiera, il residence,  per me, intendo, giacchè li ho sempre legati, nel mio boschetto della fantasia, a immagini poco edificanti. Tipo uomini soli, o signorine belle di giorno. O tipi alla Marrazzo, per capirci.  Situazioni borderline, al limite dell'edificante. Ma io ho una fantasia fervida e alla fine le cose si rivelano sempre più banali di quello che vado immaginando
Vado a procurarmi qualche busta. Che ho il presente da sigillare, fino a novembre. Poi si vedrà. 
Scopri gli altri contenuti del Blog: 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?