Salta al contenuto principale

Io Khal Drogo
Tu Daenerys

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 58 secondi

MITA BORGOGNO

Giornalista professionista. Polemicamente glam. Vanitosa con ironia. La trovate su Twitter, Fb, G+, Pinterest, ha un tumblr e anche un account su Storify. Vorrebbe raccontare storie. Le vostre e forse anche un po' la sua.

Oggi ho fatto un test per scoprire quale personaggio del Trono di Spade mi rappresenta, in maniera piuttosto straordinaria è venuto fuori che sono Khal Drogo, una sorta di troglodita con una bellissima coda di capelli neri e lisci. Certo Khal Drogo è anche (era) un comandante, il capo della tribù dei Dothraki, i temibili "Uomini Cavallo" del continente orientale. La cosa meravigliosa, commovente direi, è che il test lo ha fatto anche Simo, e lui è  risultato essere Daenerys Targaryen, la regina dei Draghi.  Daenerys è una piccola, forte e biondo platino forza della natura. Tra le altre cose è stata la moglie di Khal Drogo. Fu la pira innalzata per la morte del marito a far rinascere i draghi di Daenerys. In ogni caso, a prescindere dallo spiscio di immaginare Simo platinato e con la barba ed io massiccia e con una lunga coda nera, la cosa davvero sensazionale è pensare che in qualunque mondo, a qualunque latitudine io e Simo siamo insieme. 
Destinati a incontrarci. Cose che noi, cose che l'amore. Vero.
 Io Fred Astaire, tu Ginger Rogers. Noi, balliamo sul mondo. 
(una piccola, piccola, cosa intima)
Oggi ho fatto un test per scoprire quale personaggio del Trono di Spade mi rappresenta, in maniera piuttosto straordinaria è venuto fuori che sono Khal Drogo, una sorta di troglodita con una bellissima coda di capelli neri e lisci. 
Certo Khal Drogo è (era) anche  un comandante, il capo della tribù dei Dothraki, i temibili "Uomini Cavallo" del continente orientale. 
La cosa meravigliosa, commovente direi, è che il test lo ha fatto anche Simo, e lui è  risultato essere Daenerys Targaryen, la regina dei Draghi.  
Daenerys è una piccola, forte e biondo platino forza della natura. Tra le altre cose è stata la moglie di Khal Drogo. Fu la pira innalzata per la morte del marito a far rinascere i suoi tre draghi. 
In ogni caso, a prescindere dallo spiscio di immaginare Simo platinato e con la barba ed io massiccia e con una lunga coda nera, la cosa davvero sensazionale è pensare che in qualunque mondo, a qualunque latitudine, anche a  ruoli invertiti, io e Simo siamo insieme. 
Destinati a incontrarci. Cose che noi, cose che l'amore. Vero. 
Io Fred Astaire, tu Ginger Rogers. Noi, balliamo sul mondo. 
Scopri gli altri contenuti del Blog: 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?