Salta al contenuto principale

A Buenos Aires, tra calcio e devozione

Calabria

Tempo di lettura: 
2 minuti 17 secondi

A Buenos Aires, dove risiede la comunità  calabrese più numerosa, sono state istituite più associazioni dedicate a San Francesco di Paola e ogni anno, in date diverse, festeggiano il Patrono della Calabria.

La prima ad esser stata fondata è l’“Associaciòn Civil Vazzanesa San Francisco de Paula de Vazzano”. È nata nel 1960 per volontà di emigranti originari di Vazzano (VV), che avvertivano il bisogno di conservare il legame con la terra natia. Tra i soci fondatori figurano Francesco Tigani, che fu pure il primo presidente, Francesco Derenzo, Giuseppe Monardo, Giuseppe Moscato, Vittorio Caloiero. Dopo Tigani, la presidenza fu assunta da Tommaso Caloiero, Vincenzo Scuglia, Domenico Martelli, mentre attualmente è affidata a Maria Teresa Perrella.

La devozione di Vazzano verso S. Francesco, che ne è il patrono cittadino, è diffusa dagli emigranti che, dovunque si sono insediati, hanno istituito Associazioni. A quella di Buenos Aires sono seguite, infatti, quelle di Toronto e di Sydney che celebrano la festività nel mese di agosto, negli stessi giorni in cui si svolge la festa patronale a Vazzano.

Per la particolarità degli emigranti vazzanesi, che hanno esportato in tre continenti il culto di San Francesco, rispettando le antiche tradizioni religiose del paese, nel 2011, in occasione della “Settimana di San Francesco di Paola” tenutasi a Toronto, è stato sottoscritto un “Patto di Fraternità” tra i rappresentanti delle tre Associazioni e il Comune di Vazzano al fine di riunire le tre comunità estere “e farne progredire la fraternità in nome del Santo Patrono”.

L’attuale commissione direttiva svolge un’intensa attività culturale, attraverso corsi di Lingua e cultura Italiana, a titolo puramente gratuito, per i soci e per quei discendenti che abbiano voglia di imparare la lingua dei propri avi e così sentirsi più vicino alle loro radici.

Prende inoltre parte ad alcune significative manifestazioni come il “Buenos Aires Celebra Il Giorno del Migrante Calabrese” o “Buenos Aires Celebra Italia”, che vengono organizzate al fine di far conoscere la cultura calabrese.

L’Associazione Vazzanese partecipa pure a congressi per i giovani programmati dalle diverse Federazioni, a conferenze e dibattiti sull’Italia e sulla Calabria e a proiezioni di film italiani, con lo scopo di tenere vivo e rendere sempre più solido il legame con la cultura del passato e del presente della terra da cui un giorno sono partiti i loro avi. Vivendo nella nazione che ha dato i natali a Sivori, Maradona e Milito, non poteva ovviamente mancare una squadra di calcio dove i giocatori, come segno identitario, indossano una maglia con gli stessi colori della compagine calabrese del Vazzano.

Scopri gli altri contenuti del Blog: 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?