Salta al contenuto principale

Una nomina positiva per tutti i tecnici calabresi

Calabria
Tempo di lettura: 
1 minuto 25 secondi

ROBERTO SAVERINO

Giornalista pubblicista, scrive per il Quotidiano dal luglio del 1998, occupandosi prettamente di calcio dilettantistico.

L’elezione di Mommo Mesiti all’interno del Direttivo nazionale dell’Aiac rappresenta un enorme successo per il trainer di Bagnara, ma anche per l’intero movimento calabrese, diretto dal dinamico presidente Lele Pilato. Alla presenza delle massime istituzioni federali tra cui Gianni Rivera, presidente del Settore Giovanile e Scolastico, Arrigo Sacchi, coordinatore delle Nazionali Giovanili, il suo vice Maurizio Viscidi, del commissario tecnico della Under 21 Davis Mangia, dei tecnici delle maggiori squadre di Serie A e di tutti i partecipanti al Corso Master di Primo Livello Uefa Pro, tra i quali spiccavano Andrea Stramaccioni, Vincenzo Montella, Marco Materazzi, Pippo Inzaghi, si sono svolte le Assemblee Elettive dell’Assoallenatori delle componenti Dilettanti e di quella Professionistica.
La Calabria ha appoggiato in maniera incondizionata, così come da mandato assembleare regionale, il presidente uscente Renzo Ulivieri e quello che è risaltato in maniera più evidente è stato, per la Calabria, il fatto di essere riusciti a portare al voto 25 tecnici professionisti, decisamente un gran bel risultato per il Direttivo regionale calabrese, formato oltre che dal presidente Pilato, dal vice presidente, Rosario Bellè, dal segretario Piero Caliò, dai presidenti provinciali Gaetano Falbo di Crotone, Mommo Mesiti di Reggio Calabria, Gigi De Rosa di Cosenza, Vincenzo Bruni di Vibo Valentia, Alessandro Vinci di Catanzaro, in rappresentanza degli oltre 450 allenatori associati.
La nomina di Mommo Mesiti, pertanto, quale delegato nazionale rappresenta una gratificazione aggiuntiva per un tecnico serio, competente e capace che anche in questo nuovo ruolo saprà farsi valere e apportare in maniera concreta il proprio contributo. Allo stesso tempo, la sua nomina è una soddisfazione per tutto il movimento calabrese, che fin dall’elezione del nuovo presidente sta cercando di dare ancora più forza e visibilità all’intera categoria.

 

Scopri gli altri contenuti del Blog: 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?