X
<
>

Tempo di lettura 2 Minuti

CATANZARO – E’ morto l’uomo di 33 anni, ferito a colpi d’arma da fuoco a Catanzaro, nella zona di via Isonzo all’incrocio con via Conti Falluc. La vittima si chiamava Alessandro Morello. La sparatoria è avvenuta di mattina presto al culmine di una discussione tra alcune persone. Una di loro, Marcello Amato, 39 anni, ha sparato e i proiettili hanno raggiunto la vittima al petto e alla spalla. Il presunto assalitore è stato prima fermato e poi arrestato a distanza di alcune ore

Il ferito è stato soccorso ed accompagnato nell’ospedale di Catanzaro, dove i sanitari lo hanno sottoposto ad un intervento chirurgico ma le sue condizioni erano disperate a lla fine non ce l’ha fatta. Sul luogo del ferimento sono intervenuti i carabinieri che hanno rintracciato in breve tempo Amato. Sarebbe stata rinvenuta anche la pistola con la quale Amato avrebbe sparato. Dopo la sparatoria era fuggito a bordo di un’auto, danneggiando diversi veicoli che si trovavano parcheggiati nella zona.

Scene di tensione si sono registrate sul luogo del delitto, con i militari dell’arma che sono stati aggrediti dalle persone presenti sul posto.

Nel corso delle indagini i carabinieri hanno trovato e sequestrato tre pistole. Le armi erano nascoste nei pressi dell’abitazione di Amato. Sulle tre pistole saranno compiuti accertamenti balistici per verificare se una delle armi è stata utilizzata per il delitto. Amato era stato fermato poco dopo l’omicidio perchè era stato notato fuggire dal luogo dell’agguato a bordo della sua automobile. Dagli accertamenti compiuti dagli investigatori sono emersi elementi circa le responsabilità di Amato. Il movente dell’omicidio, secondo quanto si è presso, sarebbe riconducibile a contrasti negli ambienti della criminalità locale.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA