Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto

CATANZARO – È stato condannato a 3 anni e 6 mesi di reclusione Lucio Marrello accusato di concorso in peculato per l’ammanco di mezzo milione di euro dalle casse della Field, ente in house della Regione Calabria. La sentenza è stata emessa questa sera dal Tribunale collegiale di Catanzaro. Per la stessa vicenda è già stato condannato in via definitiva l’ex presidente della Field Mimmo Barile che aveva scelto di patteggiare una condanna a 4 anni (LEGGI LA NOTIZIA).

A dare l’input alle indagini, la denuncia del revisore dei conti che aveva scoperto l’ammanco e lo aveva denunciato alla Procura della Repubblica, informando anche la giunta regionale che aveva provveduto a sospendere Barile (LEGGI LA NOTIZIA).

SCOPRI IL DOSSIER DINAMICO CON TUTTI GLI ARTICOLI
SUL CASO DEL BUCO NELLE CASSE DELLA FIELD

I successivi accertamenti svolti dalla Guardia di finanza e coordinati dal pubblico ministero Paolo Petrolo avevano accertato le responsabilità di Barile e di Marrello all’epoca dei fatti direttore amministrativo della società.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •