X

Il chioschetto distrutto dalle fiamme

Tempo di lettura 2 Minuti

NOCERA TERINESE – Un incendio la notte scorsa ha completamente distrutto un chioschetto sulla spiaggia di Nocera Terinese. Anche se non ci sono conferme, la natura dell’incendio dovrebbe essere dolosa. Sul luogo i vigili del fuoco e i carabinieri che hanno avviato le indagini. Il gruppo politico Unione Popolare Nocerese esprime il proprio sdegno e la ferma condanna per “il vile atto che ha subito l’operatore turistico e amico Ugo Cario. L’incendio del chiosco è un gesto ignobile che ci lascia sgomenti, confidiamo che la giustizia possa fare chiarezza in tempi brevi”.

Unione Popolare Nocerese esprime la “piena solidarietà e vicinanza all’amico Ugo Cario ed alla sua famiglia e conoscendo la sua forza e la sua determinazione siamo sicuri che questo vile gesto non lo fermerà, anzi, gli darà, ancora più forza e orgoglio per continuare quello che sta facendo, con impegno e dedizione, da tanti anni. Condanniamo tale gesto , esprimendo solidarietà e vicinanza a tutte le che svolgono le proprie attività con spirito di solidarietà. Ad esse – prosegue la nota del gruppo politico – va il nostro incoraggiamento ad andare avanti con coraggio senza lasciarsi intimidire. Per questo tutti insieme, attraverso questa lettera intendiamo fermarci un po’ a riflettere sui valori che ci accomunano, tutti uniti per esprimere la nostra indignazione per quanto accaduto e per invitare le autorità e le forze dell’ordine a collaborare tempestivamente affinché venga fatta piena luce sulla vicenda, nella speranza di individuare al più presto i colpevoli. Chiediamo inoltre ai cittadini di esprimere il proprio senso civico e morale mettendosi a disposizione delle autorità,qualora fossero in possesso di elementi utili alle indagini. Perché simili episodi vanno arginati e condannati, in quanto – conclude la nota – non fanno parte della cultura della nostra Comunità e non devono pertanto essere tollerati in alcun modo”.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares