X
<
>

La protesta degli studenti a Catanzaro

Tempo di lettura < 1 minuto

CATANZARO – Anche gli studenti catanzaresi sono scesi in piazza, questa mattina, per protestare contro il caro-libri e per una regolarizzazione dell’alternanza scuola-lavoro, una delle principi novità introdotte dalla riforma sulla Buona Scuola.

Oltre un migliaio di ragazzi, di sette istituti superiori del capoluogo, si sono ritrovati alle 9 in piazza Matteotti per un corteo che si è snodato lungo viadotto Kennedy e via Indipendenza, per poi far rientro nella centralissima piazza cittadina, mandando letteralmente in tilt, per tutta la mattinata, il traffico cittadino.

VIDEO: IL CORTEO DEGLI STUDENTI A CATANZARO

Tra le richieste dei ragazzi una limitazione delle adozioni delle nuove edizioni dei testi scolastici e dei percorsi di alternanza che siano coerenti al tipo di scuola frequentata, scelti in accordo con gli studenti stessi. 

VIDEO 2: LE RAGIONI DELLA PROTESTA SECONDO GLI STUDENTI DI CATANZARO

La protesta si è svolta in 70 città italiane. Si tratta del primo sciopero convocato contro questo tipo di offerta formativa. I ragazzi, spiegano le organizzazioni Rete della Conoscenza Unione degli Studenti, Link coordinamento Università, hanno indossato in alcuni casi tute blu contro lo sfruttamento chiedendo una alternanza di qualità. 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares