X
<
>

Il comando carabinieri di Lamezia Terme

Tempo di lettura < 1 minuto

LAMEZIA TERME (CATANZARO) – Era un amico di famiglia e come tale godeva della fiducia di tutti ma questa è stata tradita nel momento in cui ha tentato di porre in essere atti sessuali con una delle minori della famiglia stessa.

Un 40enne lametino è stato, quindi, arrestato e posto ai domiciliari, su richiesta della Procura di Lamezia Terme, con l’accusa di aver messo in atto atti sessuali con una minorenne. L’uomo, secondo quanto è emerso dalle indagini condotte dai carabinieri della Compagnia di Lamezia Terme, ha approfittato proprio di quell’amicizia con la famiglia della ragazzina per circuirla.

Il fatto sarebbe accaduto, secondo la ricostruzione dei militari, in un ristorante durante alcuni festeggiamenti. L’uomo, approfittando di un momento in cui la piccola vittima si trovava momentaneamente da sola, l’ha circuita e, con una scusa, l’ha portata in un luogo appartato nel retro del ristorante. A fermarlo è stato l’arrivo accidentale di un’altra persona che si è trovata davanti l’uomo immobile mentre la piccola è scappata in lacrime. La ragazzina ha poi avuto il coraggio di raccontare tutto ai carabinieri. 

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares