X
<
>

L'ospedale di Lamezia Terme

Tempo di lettura 2 Minuti

LAMEZIA TERME – Non gli viene diagnosticata in tempo una leucemia acuta e dopo due mesi di sofferenze muore.

Così, i familiari di Giuseppe Antonio Cerra, 71 anni, deceduto all’ospedale di Lamezia Terme, si sono rivolti a uno studio legale denunciando il caso. Nella ricostruzione della vicenda, denunciata dalla moglie del paziente deceduto, tutto inizia con un intervento chirurgico per l’asportazione di un melanoma cutaneo.

Poi «il sanguinamento con continue medicazioni e l’insorgenza di inappetenza, bocca amara, vomito, perdita dei sapori e dolori addominali». Successivamente un’ecografia da cui si evidenziava «il fegato ingrossato», il ritorno in ospedale, al pronto soccorso, per una trasfusione urgente in quanto «i valori vitali risultavano bassi».

«Dopo la trasfusione, il medico mi riferiva – scrive la coniuge del paziente deceduto – che i valori erano tornati soddisfacenti ma non ottimali segnalando che non era necessario trattenerlo ulteriormente sotto osservazione».

Nei giorni a seguire «un netto miglioramento» con le rassicurazioni del medico ai familiari del paziente: “Potete stare tranquilli, vostro marito non ha nulla, potete stare tranquilli è guarito”.

Successivamente, però, il paziente «accusava dolori lancinanti al ventre», quindi dopo ore di attesa (con svenimento al pronto soccorso) la decisione dell’intervento chirurgico con il chirurgo che dice ai familiari: “la situazione è disperata, il paziente presenta una leucemia acuta e lo spappolamento della milza con una copiosa emorragia in corso che non lasciano speranza”. 

Dopo l’operazione il paziente era in condizioni critiche e disperate «e solo un miracolo lo poteva salvare», ma alle 8 del mattino il paziente cessava di vivere «per una devastante emorragia dovuta alla leucemia acuta in atto riscontrata dopo due mesi di sofferenze». Questo quanto denunciato ai legali dalla moglie del deceduto e che ora – tramite i suoi legali che hanno già studiano la vicenda con l’ausilio di consulenze medico legali – porterà il caso all’attenzione dell’autorità giudiziaria.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA