X
<
>

La piantagione sequestrata

Condividi:

CARLOPOLI (CATANZARO) – Marito e moglie sono stati sorpresi a coltivare 62 piante di canapa indiana nelle campagne di Carlopoli.

I Carabinieri della locale Stazione, coadiuvati dai militari del Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Soveria Mannelli, hanno arrestato in flagranza di reato A.C., 52enne di Carlopoli per detenzione e produzione illecita di sostanze stupefacenti. L’uomo, già noto per analogo reato, è stato sorpreso in un fondo agricolo in suo uso, ben delimitato da recinzione metallica, nella frazione Castagna, mentre irrigava una piantagione di canapa indiana, ormai pronta per la raccolta. La donna convivente dell’uomo è stata denunciata in stato di libertà per lo stesso reato.

I militari dell’Arma hanno sequestrato 62 piante, già provviste di infiorescenza, di altezza variabile tra 1,50 e 3,50 metri e un moderno impianto di irrigazione, nonché ulteriori 150 grammi di marijuana già essiccata e materiale per il confezionamento, rinvenuti all’interno dell’abitazione dei coniugi.

La Procura della Repubblica di Lamezia Terme ha disposto la custodia cautelare in carcere. Le piante sequestrato avrebbero permesso di produrre oltre 27.000 dosi per un introito al dettaglio di circa 135.000 euro. 

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA