X
<
>

I funerali di Costantino e Ciccarelli

Tempo di lettura 2 Minuti

SELLIA MARINA (CATANZARO) – Le bare avvolte nel tricolore, con sopra il cappello di servizio da guardia giurata e le rispettive foto. Si sono svolti a Sellia Marina, nella piazza antistante il lungomare, i funerali congiunti di Antonio Costantino, 46 anni, di Sellia Marina e Massimo Ciccarelli, 47, di Cropani, i due vigilanti morti nell’incidente stradale avvenuto sulla statale 106, nella notte tra domenica e lunedì scorso, nel territorio selliese (LEGGI).

A celebrare i funerali padre Francesco Critelli che ha presieduto la funzione concelebrata da don Raffaele Rimotti e da don Giuseppe Cosentino. E proprio don Giuseppe Cosentino, nel corso della sua omelia, ha voluto lanciare un richiamo all’amore e alla fratellanza.

«Non è il tempo delle opinioni o delle proteste ma è il tempo della preghiera, del silenzio e soprattutto dell’amore» ha ricordato il parroco della comunità. «Sellia Marina come Cropani, come tutta la costa ionica calabrese – ha aggiunto il parroco – è ferita, addolorata ma non rassegnata perché ciò che spinge ad andare avanti e la morte di Massimiliano e Antonio è, appunto, la fede e l’amore verso Dio e i fratelli perché la vita è l’unico dono che non ci sarà data una seconda volta ed è giusto che la vita sia amata, sia la nostra che quella degli altri. In che modo, come ci ha amato Gesù che ha amato senza misura, a senso unico, domando la sua vita per il bene di tutti quanti noi».

Don Giuseppe Cosentino ha, inoltre, aggiunto: «Le due famiglie in precedenza sono state segnata da altre croci, a noi il compito di farci compagni di viaggio sostenendoli con la preghiera e quanto più possibile con la vicinanza». Non sono mancate, infine, le parole d’affetto e il ricordo dell’esempio di Antonio e Massimiliano nelle parole degli amici, dei conoscenti, dei colleghi di lavoro che hanno espresso le loro emozioni.

Intanto, restano gravi le condizioni del trentenne che si trovava alla guida dell’autovettura che si è scontrata frontalmente con la macchina di servizio dei due vigilanti. Il giovane, anch’egli di Cropani, è ricoverato in prognosi riservata all’ospedale di Catanzaro.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA