Tempo di lettura < 1 minuto

LAMEZIA TERME (CATANZARO) – Era stato arrestato nel febbraio scorso per avere minacciato il titolare di un esercizio commerciale nel quale voleva consumare senza pagare. Successivamente era stato posto ai domiciliari con il divieto di conferire con persone diverse dai conviventi ma la sua passione per i social lo ha fatto tornare in carcere.

M.P., di 31 anni, già noto alle forze dell’ordine, infatti, tornato a casa ha riattivato i suoi profili social, intrattenendo chiacchierate, condividendo post e comunicando regolarmente con chiunque gli capitasse. La sua attività sul social media, però, non è passata inosservata ai carabinieri della Stazione di Lamezia Terme Scalo che hanno documentato, riepilogato e catalogato le frequentazioni virtuali dell’uomo da cui è scaturita una richiesta di aggravamento della misura cautelare.

Richiesta accolta dal Tribunale di Lamezia Terme che ha disposto il trasferimento in carcere a Catanzaro.

  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •