X
<
>

L'interno di un carcere

Condividi:

LAMEZIA TERME (CATANZARO) – E’ stata ripristinata la custodia cautelare in carcere per Vincenzino Iannazzo, presunto boss della ‘ndrangheta di Lamezia Terme, che aveva ottenuto gli arresti domiciliari in relazione al rischio Covid-19 (LEGGI).

Fonti del Dap spiegano che Iannazzo sarà trasferito nella struttura di medicina protetta dell’ospedale Belcolle di Viterbo.

La revoca dei domiciliari è stata disposta in applicazione del decreto del Guardasigilli Alfonso Bonafede, approvato in Cdm lo scorso 9 maggio.

Iannazzo era finito in carcere a maggio 2015 quando scattò l’operazione Andromeda contro quella che è stata definita la cosca d’elite della ‘ndrangheta lametina, secondo la Dda di Catanzaro che a maggio del 2015 coordinò il blitz che portò in carcere boss, gregari e imprenditori ritenuti collusi.

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA