X
<
>

Il tribunale di Catanzaro

Tempo di lettura < 1 minuto

LAMEZIA TERME (CATANZARO) – La Corte di Appello di Catanzaro ha revocato la misura della sorveglianza speciale che era stata applicata a carico di Rosario e Luigi Notarianni, difesi, rispettivamente, dagli avvocati Aldo Ferraro e Giuseppe Spinelli, disponendo anche la restituzione in loro favore dei beni a suo tempo confiscati.

I provvedimenti a carico di Rosario e Luigi Notarianni erano stati adottati nell’ambito dell’inchiesta “Medusa”, condotta dalla Dda di Catanzaro a carico della cosca Giampà, alla quale i due, secondo l’accusa, sarebbero stati collegati.

La decisione della Corte d’appello è stata adottata in riforma dell’ordinanza con cui nel 2019 il Tribunale di Catanzaro aveva confermato per Rosario e Luigi Notarianni sia la sorveglianza speciale che la confisca dei beni.

  •  
  •  
  • 2
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares