X
<
>

Il Tribunale di Lamezia

Tempo di lettura < 1 minuto

LAMEZIA TERME (CATANZARO) – Due anni e 8 mesi di carcere sono stati inflitti dal giudice monocratico del tribunale di Lamezia, Luana Loscanna, ai fratelli Paolo e Giuseppe Pellicano di Reggio Calabria.

Si tratta dei figli di Giovanni Pellicano, detenuto per associazione mafiosa in quanto ritenuto affiliato alla cosca De Stefano-Tegano di Reggio Calabria, rispettivamente di 23 e 32 anni, erano stati arrestati a novembre del 2020 dalla Guardia di Finanza di Lamezia dopo essere stati trovati in possesso di 190 grammi di cocaina in auto.

I due, difesi dall’avvocato Giuseppe Macrì del foro di Catanzaro, hanno patteggiato la pena. Erano stati fermati sulla A2 – direzione Salerno – quando durante un controllo i finanzieri scoprirono la cocaina e i due finirono in carcere.

I due fratelli sono stati anche condannati a 13.000 euro di multa oltre alle spese processuali e a quelle di mantenimento in carcere con sospensione dei termini della durata della misura cautelare in carcere per il termine indicato per il deposito della motivazione (sono ancora in carcere).

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares