X
<
>

Tempo di lettura < 1 minuto

SIMERI CRICHI (CATANZARO) – Le casacche inconfondibili che, questa mattina, hanno affollato due delle più apprezzate località balneari del litorale ionico, non poca preoccupazione hanno destato ai tanti bagnanti intenti a godersi una giornata di intenso sole tra le spiagge di Sellia Marina e Simeri Crichi.

GUARDA IL VIDEO

Nulla di terribile era però accaduto, anzi tutt’altro. Decine di Vigili del Fuoco sopraggiunti sul posto altro non hanno voluto se non solennizzare l’attuazione di un protocollo tra gli enti territoriali ed il locale Comando dei Vvf, improntato alla nascita di un presidio di soccorso acquatico di superficie che, fino al 29 agosto, garantirà maggiore sicurezza a quanti vorranno godersi appieno le vacanze sulle coste interessate.

Al centro della mattinata un doppio incontro in entrambi i comuni che, conquistandosi l’attenzione dei bagnanti, ha visto entrare in azione i professionisti del Corpo Nazionale per una concreta simulazione di quelli che potrebbero essere eventuali salvataggi. Tutte le regole sono state messe nero su bianco all’interno della convenzione che, nei giorni scorsi, è stata siglata tra il prefetto di Catanzaro, Maria Teresa Cucinotta, i sindaci Mauro e Mancuso, e il comandante provinciale dei vigili del fuoco, Fabio Cuzzocrea.

Il servizio, quindi, sarà svolto da una squadra composta di due unità con il battello pneumatico del personale dei vigili del fuoco e sarà attivo, fino al prossimo 29 agosto, per quattro ore al giorno. E per la precisione nella fascia oraria compresa tra le 9 e le 13.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares