X
<
>

Tempo di lettura < 1 minuto

CATANZARO – La Guardia di finanza di Catanzaro ha sequestrato sull’intero territorio nazionale 125 mila mascherine, di provenienza cinese risultate non a norma. Due persone, rispettivamente il rappresentante legale della società distributrice, una 47enne residente in provincia di Napoli, e il rappresentante, un 53enne residente in provincia di Foggia, sono state denunciate per frode in commercio e contraffazione anche di documenti.

I dispositivi di protezione individuale erano pronti per essere immesse sul mercato malgrado fossero prive dei requisiti richiesti.

L’operazione denominata “Polish masks” è scattata a seguito di controlli, effettuati dalla Tenenza di Soverato, sotto la direzione della Procura di Catanzaro, in alcuni esercizi commerciali e che hanno permesso di risalire all’intera filiera fino alla società distributrice con sede nel napoletano, specializzata nel confezionamento di abiti di carnevale e che, in periodo di emergenza coronavirus, aveva riconvertito il proprio core business sulla vendita di Dpi.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares