X
<
>

Una piantagione di marijuana

Tempo di lettura < 1 minuto

CATANZARO – I carabinieri del Nucleo operativo e Radiomobile di Soveria Mannelli (Catanzaro), coadiuvati dai colleghi di Serrastretta, hanno arrestato in flagranza di reato un giovane pastore incensurato con l’accusa di detenzione di droga a fini di spaccio e omessa custodia di armi.

Dopo aver raccolto alcune informazioni, infatti, i militari hanno perquisito l’azienda agricola di un 26enne lametino che si trovava in una frazione del Comune di Serrastretta, rinvenendo nella stalla per caprini, nella disponibilità del giovane, 3,600 grammi di marijuana già essiccata e infiorescenze di piante di cannabis.

Inoltre, i carabinieri hanno anche trovato un bilancino digitale di precisione, una macchina per sottovuoto e materiale per il confezionamento.

A quel punto i militari hanno deciso di estendere la perquisizione a casa del giovane, scoprendo che le armi in suo possesso, regolarmente detenute, non erano, tuttavia, correttamente custodite.

Il 26enne è stato arrestato e posto ai domiciliari. L’arresto è stato poi convalidato dai giudici, che però non hanno applicato nessuna misura cautelare.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares