X
<
>

Il luogo dell'incidente

Tempo di lettura < 1 minuto

LAMEZIA TERME (CATANZARO) – I rilievi dei carabinieri sul luogo della tragedia in cui ha perso la vita Daniel Villella, 39 anni, di Lamezia, sono finiti sul tavolo del pm di Catanzaro, Buzzelli, che ha aperto un’inchiesta (al momento contro ignoti) disponendo l’esame autoptico sul corpo del 39enne che si è svolto stamattina al Policlinino Universitario Mater Domini.

Non sono infatti ancora chiare le cause che hanno fatto finire in un dirupo l’auto di Villella nella serata di sabato scorso in un tratto di strada tra i comuni di Amato e Marcellinara.

Daniel Villella, che stava rientrando a Lamezia dopo essere stato alla pista go-kart di Amato, imprenditore edile e appassionato di auto da corsa di cui era pilota (in passato aveva partecipato anche alla Cronoscalata del Reventino), è finito in un dirupo mentre, si trovava alla guida della sua Mini Cooper, e stava percorrendo la strada interna di collegamento verso Lamezia Terme. L’auto con il conducente ormai privo di vita è stata rinvenuta dai carabinieri i cui accertamenti sulla dinamica del sinistro hanno lasciato spazio a dubbi (pare che al momento dell’incidente nella zona imperversavano la pioggia e un forte vento).

Dall’esito dell’esame autoptico e da ulteriori accertamenti con l’ausilio di consulenti tecnici, si potrebbe fare luce sull’elemento che ha fatto perdere il controllo dell’auto alla vittima.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares