X
<
>

Tempo di lettura 2 Minuti

CARAFFA (CATANZARO) – Salgono a tre i casi di Covid-19 registrati a Caraffa di Catanzaro. A comunicarlo è il sindaco del paese Antonio Sciumbata che, in una nota diramata sulle pagine web del comune, ha inoltre precisato che i due nuovi casi di positività sono legati ad alcuni componenti del nucleo familiare del primo caso di Covid registrato a Caraffa nel giorni scorsi (LEGGI LA NOTIZIA).

«Il Dipartimento di Medicina Preventiva – scrive Sciumbata – mi ha comunicato l’esito dei tamponi effettati a Caraffa sulle persone che sono state in stretto contatto con il primo caso di positività al Covid registrato il 10 settembre». Nella nota, il primo cittadino tiene a prendere atto e ad informare la cittadinanza «che su quattro tamponi effettuati purtroppo 2 sono risultati positivi. Si tratta – aggiunge Sciumbata – di componenti del nucleo familiare del primo di positività. Le persone risultate positive erano già state poste in quarantena precauzionale fin dalla giornata di giovedì».

Non è mancata, tra i propositi dell’amministrazione comunale, la volontà di inviare un messaggio di auguri ai soggetti coinvolti nel contagio affinché possano andare incontro ad una pronta guarigione. Tra le righe del comunicato, il sindaco Antonio Sciumbata ha inteso inoltre rassicurare la cittadinanza «che sono state adottate attraverso la Polizia Municipale e gli Uffici comunali, senza creare ingiustificati allarmismi, tutte le misure a tutela della salute pubblica in stretto e continuo contatto con i competenti servizi del Dipartimento di Medicina preventiva e con le Forze dell’Ordine».

A margine della nota, come puntualmente e opportunamente accade, è stata ribadita dal primo cittadino l’importanza dell’osservanza delle misure anti Covid: divieto di assembramento, obbligo di usare la mascherina, rispetto del distanziamento interpersonale. «Confido come sempre – conclude Sciumbata – nel senso di responsabilità di tutti».

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares