X

Tempo di lettura < 1 minuto

LAMEZIA TERME (CATANZARO) – Le Fiamme Gialle del gruppo di Lamezia Terme hanno sottoposto a sequestro d’iniziativa 905 mascherine commercializzate al pubblico a 15 oppure a 11 euro, a seconda della tipologia, con un ricarico finale pari al 2142% del prezzo di mercato. Denunciati anche due imprenditori.

La Procura della Repubblica di Lamezia Terme ha ora chiesto ed ottenuto, dal gip, il sequestro preventivo e l’autorizzazione alla vendita coattiva immediata dei dispositivi di protezione individuale che, stante l’emergenza sanitaria in corso, assurgono a beni di prima necessità: 654 mascherine sono state vendute all’Azienda Ospedaliera Pugliese-Ciaccio di Catanzaro e le restanti 246 all’ospedale di Lamezia Terme.

I controlli della Guardia di Finanza continueranno in tutta la provincia

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares