X
<
>

Tempo di lettura < 1 minuto

CATANZARO – I carabinieri della Stazione di Borgia, in provincia di Catanzaro, hanno proceduto a una serie di controlli in materia ambientale, denunciando due persone e sequestrando due aree per complessivi 500 metri quadrati.

Nel primo caso, è stato controllato un cantiere di rifacimento di una piazza cittadina che ha portato alla denuncia del titolare della ditta incaricata dei lavori, ritenuto responsabile di gestione non autorizzata di rifiuti. Gli scarti di lavorazione, secondo l’accusa, erano stati depositati in modo incontrollato sia presso l’area pubblica del palazzetto dello sport di Borgia, che in un deposito comunale.

Successivamente, i carabinieri, all’interno dello stesso deposito comunale, che si presentava come una discarica, hanno trovato anche rifiuti speciali di ogni genere (elettrodomestici, pneumatici esausti, materiale ferroso, scarti di lavorazioni edili), accumulati da vari operai comunali poiché autorizzati da un funzionario dell’ente.

Il deposito è stato sottoposto a sequestro e il funzionario comunale denunciato per gestione non autorizzata di rifiuti.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares