X
<
>

L'area di nidificazione circoscritta per sicurezza

Tempo di lettura < 1 minuto

BADOLATO (CZ) – La Riviera degli Angeli meta delle tartarughe “Caretta caretta”, la specie di tartaruga marina più diffusa nel Mediterraneo. Nei giorni scorsi sulla spiaggia di Badolato, ai confini con il comune di Santa Caterina, e sulla spiaggia di Isca hanno nidificato.

La scoperta da parte di un cittadino di Badolato che ha rinvenuto, nei pressi del torrente Ponzo già nel territorio del comune di Santa Caterina dello Ionio, una traccia di emersione di una Caretta caretta.

Sul posto erano presenti anche operatori del Centro studi e ricerca ambiente marino (Cesram) che, in questo periodo, svolgono il consueto monitoraggio proprio per la ricerca di eventuali tracce di emersione e che hanno provveduto a mettere in sicurezza il nido sino alla schiusa delle uova.

Il Cesram, di cui è presidente e direttore scientifico la dottoressa Maria Assunta Menniti, ha messo in sicurezza il nido grazie alla convenzione che il Cesram ha stipulato con il Wwf e che rientra nell’ambito del progetto “Tarta-Mar”, di cui è coordinatore scientifico il prof Antonio Mingozzi dell’Unical.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA