X
<
>

Il Comune di Lamezia Terme

Tempo di lettura 2 Minuti

LAMEZIA TERME (CATANZARO) – Il Comune di Lamezia Terme – nonostante le ripetute sollecitazioni – non ha inviato la rendicontazione di spesa relativamente a fondi assegnati per progetti di inclusione in favore di persone con disabilità, e ora deve restituire 40 mila euro alla Regione Calabria, somma concessa per la realizzazione delle attività del progetto in tema di vita indipendente e inclusione nella società delle persone con disabilità per l’annualità 2014.

La somma dovrà essere restituita dopo che il settore Politiche sociali della Regione Calabria aveva richiesto e sollecitato ripetutamente al Comune capofila di Lamezia Terme, la trasmissione delle relazioni sullo stato dell’arte del progetto ed i relativi atti di rendicontazione.

L’articolo 7 del protocollo d’intesa sottoscritto dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e la Regione Calabria il  19 dicembre 2014, al mancato rispetto degli obblighi previsti, prevede, infatti, la revoca del contributo e conseguentemente l’avvio del procedimento di recupero delle somme erogate. La Regione Calabria, il 21/11/2019, ha comunicato al Comune capofila di Lamezia Terme, l’avvio del procedimento di recupero della somma di euro 40.000 euro concessa per la realizzazione delle attività del progetto in tema di vita indipendente ed inclusione nella società delle persone con disabilità per l’annualità 2014.

«Considerato – si legge nel decreto di ingiunzione della Regione Calabria, Dipartimento tutela della salute e servizi sociali e socio sanitari –  che l’Ambito territoriale di Lamezia Terme non ha inteso formulare osservazioni alla comunicazione di avvio del procedimento sopracitata, né fornire riscontro alcuno in merito».

La Regione Calabria ha ritenuto, dunque, di dover procedere al recupero dell’importo di 40.000 euro oltre interessi legali. All’Ambito territoriale di Lamezia Terme, infatti, era stata concessa la somma di 40 mila euro in relazione al decreto del 7 maggio 2014 del Ministero del Lavoro quando era stata approvata la ripartizione delle risorse inerenti al Fondo per le non autosufficienze anno 2014. Con il decreto del 21 ottobre 2014 , il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, infatti, aveva erogato alla Regione Calabria il 50% del fondo di che trattasi, pari a 40.000 euro. Con decreto regionale n. 9169 del 11/08/2017, la Regione Calabria aveva poi trasferito il corrispettivo ricevuto dal Ministero del Lavoro e della Politiche Sociali relativo alla prima quota di finanziamento concesso, pari a 40.000 euro, all’Ambito di Lamezia Terme.

Somma che ora il Comune di Lamezia dovrà restituire per non aver trasmesso, nonostante le ripetute sollecitazioni, le relazioni sullo stato dell’arte del progetto ed i relativi atti di rendicontazione.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA