X
<
>

Condividi:

CATANZARO – Dopo il risultato delle elezioni in Umbria, che ha decretato la sconfitta sonora per l’alleanza giallorossa tra Pd e Movimento 5 Stelle (LEGGI GLI EFFETTI SULLA CALABRIA), i democratici provano a ripartire proprio dalla Calabria, dove si attende di conoscere la data delle elezioni regionali che dovrà essere stabilita dal governatore Mario Oliverio.

Proprio in questa direzione, il commissario del Pd della Calabria, Stefano Graziano, e Nicola Oddati, componente della Segreteria nazionale del partito, hanno chiesto ad Oliverio di fissare le elezioni:  «Il primo punto fermo di questa nuova fase deve essere la scelta della data in cui tenere le elezioni regionali in Calabria. Chiediamo al Governatore Oliverio di indire la consultazione per il prossimo 26 gennaio».

Dunque, si prova a dare intanto i tempi dell’agenda elettorale, aggiungendo l’analisi sulla sconfitta di ieri: «Sapevamo che in Umbria ci attendeva una sfida difficile, una prova per il patto civico e per replicare sul territorio l’alleanza di governo. Il risultato non è stato positivo ma il percorso di rinnovamento e di cambiamento avviato in Calabria resta l’unica opzione percorribile. Non si torna indietro, anzi. Il lavoro va intensificato». Lo affermano, in una nota, il commissario del Pd
della Calabria, Stefano Graziano, e Nicola Oddati, componente
della Segreteria nazionale del partito. 

Nemmeno la sconfitta lascia margini di confronto con Oliverio, rimanendo il campo, per i democratici, la sola possibilità di rinnovamento.

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA