X
<
>

Tempo di lettura < 1 minuto

CATANZARO – Paolo Sileri continua a rilanciare la proposta di Gino Strada per la guida della sanità calabrese e “spera” nel passo indietro di Giuseppe Zuccatelli, il commissario nominato ma di fatto ancora nel limbo.

In una intervista a “La Stampa”, il viceministro alla Salute spiega: «Non è peregrino immaginare che Zuccatelli possa decidere di fare un passo indietro e che si individui un’altra figura di alto profilo» e Gino Strada, indicato da molti come suo possibile sostituto, «ha fatto cose straordinarie nella sua vita. Forse un suo supporto, anche esterno, potrebbe essere utile nella gestione dell’emergenza».

Sul nome di Gino Strada, dunque, sembrano convergere diverse personalità, oltre al Movimento 5 Stelle, come la presa di posizione del sindaco di Milano, Beppe Sala: «Se c’è davvero bisogno di Gino Strada in Calabria, so che lui c’è. Ma, e lo dico anche da sindaco dei milanesi, che nessuno giochi con persone come Gino, che nella vita ha fatto cento volte di più di chi ora fa lo spiritoso!».

Una vera e propria sponsorizzazione per il fondatore di Emergency, anche se in Calabria non sono mancate le contestazioni, come lo striscione di Forza Nuova, esposto a Catanzaro, con la scritta: “Gino cambia Strada”. Un messaggio criticato da molti ambienti.

Questa settimana potrebbe essere decisiva per la definitiva scelta del commissario della sanità calabrese, considerato che Zuccatelli è in Calabria, già a lavoro, e non sembra intenzionato, almeno al momento, a fare passi indietro. (Redazione web)

  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares