X

Il sindaco Paolo Mascaro

Tempo di lettura < 1 minuto

LAMEZIA TERME – Il sindaco di Lamezia, Paolo Mascaro, dopo aver annunciato di essere contrario (come tanti sindaci calabresi) all’ordinanza del presidente della Regione Jole Santelli relativamente alle riaperture della fase 2, ha emanato l’ordinanza preannunciata sospendendo, su tutto il territorio comunale, “dalla data odierna e fino al 10 maggio 2020 compreso, l’applicazione delle disposizioni contenute nell’ordinanza del Presidente della Regione Calabria n. 37 del 29 aprile 2020, recante “Ulteriori misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-2019. Disposizioni relative alle attività di ristorazione e somministrazione di alimenti e bevande, attività sportive e amatoriali individuali e agli spostamenti delle persone fisiche nel territorio regionale”. Per cui, fino al 10 maggio prossimo, “su tutto il territorio comunale continuano a trovare applicazioni – si legge nell’ordinanza del sindaco – le misure previste dal decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 26 aprile 2020”.

Nella serata di ieri Mascaro aveva affermato che «è vero che la Calabria è Regione interessata ad oggi in maniera marginale dall’epidemia Covid 19. Ciò anche per le condivisibili misure sinora adottate dalla Regione Calabria e per il rigore nell’osservare le prescrizioni indicate .Non è però ora il momento di operare strappi laceranti rispetto alle indicazioni date dalla Comunità Scientifica ed il ritorno alla auspicata normalità dovrà avvenire gradualmente e verificandone passo dopo passo gli effetti; non si può rischiare di vanificare i sacrifici immensi che da due mesi sopportano i nostri concittadini. Dobbiamo – aveva concluso – salvaguardare la nostra salute ed il nostro futuro».

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares