Studenti all'ingresso di una scuola

Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 Minuti

CATANZARO – A poco meno di un mese dall’inizio dell’anno scolastico, anche in Calabria è iniziata la corsa per l’acquisto del corredo scolastico.

Secondo il Codacons, si tratta di «una batosta che si attesta sui 533 euro a studente, ma lievita fino a 1.130 ad alunno se si considera anche l’acquisto di vocabolari e libri di testo. Nei negozi e nei supermercati calabresi già da giorni è comparso tutto l’occorrente per la scuola – evidenzia l’associazione – si va dai diari e quaderni “low cost” agli zaini ed astucci griffatissimi con le marche del momento, sempre più richieste dai giovanissimi, oramai succubi (esattamente come i genitori) del tam tam pubblicitario. In base alle prime stime del Codacons per il corredo scolastico griffato (penne, diari, quaderni, zaini, astucci, ecc…) i prezzi al dettaglio, rispetto al 2018, registrano quest’anno un incremento medio del +2,5%, con le marche più richieste dai giovani – legate a squadre sportive, cartoni animati, bambole o personaggi e serie famosi – che hanno ritoccato al rialzo i listini».

Sempre secondo l’associazione dei consumatori, «il prezzo di uno zaino di marca raggiunge facilmente i 140 euro, mentre per un astuccio griffato attrezzato (con penna, matita, gomma da cancellare e pennarelli) la spesa arriva a 40 euro. Altra voce che incide sulla spesa per il corredo scolastico è quella relativa al diario, che supera “tranquillamente” i 20 euro per le marche più note».

«Tuttavia – prosegue l’associazione – anche sulla spesa scolastica è possibile risparmiare sensibilmente e abbattere i costi del 40% seguendo alcuni consigli: non comprare gli articoli legati ai personaggi dei cartoni animati o bambole famose; acquistare nei supermercati dove si può arrivare a risparmiare fino al 30% rispetto alla cartolibreria; non comprare tutto il materiale all’inizio dell’anno; per le cose più tecniche (dal compasso ai dizionari), è bene attendere le disposizioni dei professori, per evitare acquisti superflui o carenti; usufruire delle offerte promozionali e kit a prezzo fisso». 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •