Il direttore della Soc, Giuseppe Raiola

Tempo di lettura 2 Minuti

CATANZARO – Il cinema in ospedale. Una sala multimediale dedicata ai pazienti più giovani che potranno così alimentare la passione per un film, un cartone animato, una proiezione che possano accompagnarli durante la loro degenza.

Al quinto piano del reparto di pediatria dell’ospedale “Pugliese” di Catanzaro è nato così il “Nuovo Cinema Pugliese”. Una ampia stanza trasformata in una vera e propria sala cinematografica, inaugurata stamani in un clima di forte emozione.

La sala sarà utilizzata dai giovani pazienti ricoverati nel più grande ospedale della Calabria e nasce grazie ad un progetto condiviso da associazioni, enti e singoli privati. Il “fare rete” si è concretizzato con qualcosa di unico, forse inaspettato in un sistema sanitario quale quello calabrese, sempre al centro di critiche e con i livelli di assistenza tra i peggiori in Italia.

Eppure, nel capoluogo calabrese è arrivato un segnale di forte concretezza: le poltrone ampie come in un cinema, le pareti colorate per rendere l’ambiente accogliente ed elegante, un maxischermo su cui seguire le proiezioni che saranno organizzare con tecnologia all’avanguardia, con uno spazio di circa cento metri quadri che ed è in grado di accogliere fino a cento pazienti, compresi quelli in carrozzina. Si tratta della terza struttura del genere in Italia dopo quelle del Policlinico Gemelli a Roma e del Niguarda di Milano. In molti hanno voluto contribuire ad un progetto ambizioso.

L’iniziativa è promossa dal Lions Club Catanzaro Host e dall’associazione Acsa&Ste Onlus, presieduta da Giuseppe Raiola, direttore della Struttura organizzativa complessa di Pediatria dell’Azienda ospedaliera “Pugliese Ciaccio”, con il supporto dell’assessorato alla Cultura del Comune di Catanzaro e di Confcommercio.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •